Giovanni Iannelli è morto, fatale la caduta durante gara di ciclismo

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Ottobre 2019 15:06 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2019 15:06
Giovanni Iannelli morto ciclismo caduta volata Prato

La Federazione Ciclistica Italiana ricorda Giovanni Iannelli (dal suo sito internet ufficiale)

ALESSANDRIA – Il mondo del ciclismo è in lutto per la morte del 22enne Giovanni Iannelli. Il giovane ciclista è morto a causa delle gravissime lesioni riportate sabato 5 ottobre cadendo nella volata nell’87° Circuito Molinese a Molino dei Torti in Provincia di Alessandria. 

Giovanni Iannelli era ricoverato in condizioni critiche all’ospedale di Alessandria e non è riuscito più a riprendersi nonostante l’intervento dei sanitari che lavoravano nella struttura. Giovanni Iannelli era considerato una grande promessa del ciclismo italiano, il suo percorso sportivo lo aveva portato con la maglia della società di Prato “Hato Green Tea Beer”. 

Giovanni Iannelli era figlio di Carlo Iannelli, personalità molto nota nel mondo del ciclismo. Carlo Iannelli, che nella vita è un avvocato civilista, è vicepresidente del Comitato Toscano della Federazione Ciclistica Italiana. Il papà di Giovanni Iannelli ha organizzato per diversi anni il gran premio di Prato per ciclisti professionisti. 

Giovanni Iannelli è caduto a pochi metri dal traguardo dell’87° Circuito Molinese a Molino dei Torti in Provincia di Alessandria.  Mancavano solamente 100 metri quando è caduto picchiando violentemente la testa contro un parapetto di cemento. Stando alle prime ricostruzioni, la sua caduta sarebbe stata causata da uno sbandamento del gruppo che era impegnato nella volata finale della gara. 

Giovanni Iannelli era stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Alessandria per la rimozione di un ematoma alla testa. Come scrive La Gazzetta dello Sport, stamane i medici hanno provato a togliere le sedazioni per svegliarlo dal coma, ma la situazione purtroppo è precipitata e per il ragazzo non c’è stato nulla da fare.

La Federciclismo ha voluto ricordare Iannelli con la seguente nota stampa pubblicata sul suo sito internet ufficiale:

“Giovanni Iannelli non ce l’ha fatta. Il giovane ciclista di Prato, 22 anni tesserato quest’anno per la Hato Green Tea Beer-Cipriani e Gestri di San Giusto è scomparso oggi a seguito dei traumi riportati in occasione dell’87° Circuito Molinese a Molino dei Torti in Provincia di Alessandria. E’ successo tutto in volata a circa 200 metri dal traguardo, quando a velocità elevata si è verificata la tragica caduta. Iannelli era impegnato nello sprint assieme all’altro atleta pratese suo compagno di squadra Lorenzo Cataldo, e stava cercando la posizione migliore per esprimere la sua potenza.

Fin da subito ci si è resi conto della gravità dell’incidente. Nella tarda serata, dopo una tac, era stato sottoposto ad un delicato e complesso intervento alla testa che si è protratto per ore. Ricoverato in rianimazione, oggi la tragica notizia.

Il presidente della Federazione Renato Di Rocco esprime, anche a nome di tutto il mondo del ciclismo, i sensi del più profondo cordoglio per la tragica scomparsa e si stringe commosso attorno alla famiglia da sempre impegnata nel nostro sport; il papà Carlo è stato dirigente del comitato provinciale ed è membro effettivo della 1^ sezione del Tribunale Federale della FCI” (fonti La Gazzetta dello Sport e federciclismo.it).