Giro d’Italia, il trionfo di Contador: 16 giorni in rosa senza vincere tappe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Maggio 2015 19:49 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2015 19:49

MILANO – Ha vinto anche se non ha dominato. Alberto Contador ha vinto il 98/o Giro d’Italia di ciclismo grazie alla regolarità e alla resistenza senza vincere tappe. Ha indossato per la prima volta la maglia rosa il 12 maggio, dopo la 5/a frazione, da La Spezia all’Abetone, mollandola solo per un giorno al rivale Aru, il 22 maggio, alla vigilia della maxi-cronometro Treviso-Valdobbiadene. Sabato 23 maggio se l’è presa di nuovo e non l’ha mollata più.

Rispetto al Giro 2014 è cambiato poco ai vertici del Giro, solo il padrone. La sensazione che l’esito della corsa rosa fosse già scritto è divenuta ben presto realtà. Nessun tira e molla, insomma, come invece era accaduto nel 2012, ai tempi del duello serrato fra Hesjedal e Rodriguez, fino all’ultimo secondo. Rispetto al 2014 si sono registrate tre vittorie di tappa in più (nove) per l’Italia: nel 2013 erano state sette, l’anno prima e nel 2010 sei, mentre nel 2009 otto; niente a che vedere con le 11 del 2008, quando s’impose sempre Contador, a Milano: Viviani a Genova, Formolo a La Spezia, Ulissi a Fiuggi, Tiralongo a San Giorgio del Sannio, Boem a Forlì, Modolo a Jesolo e Lugano (Svizzera), Aru a Cervinia e Sestriere, i successi azzurri.

Dodici, invece, le affermazioni di corridori stranieri (compreso quello dell’australiana Orica greenedge, nella cronosquadre da San Lorenzo al mare fino a Sanremo). Quattro i corridori che hanno vinto due tappe ciascuno: il belga Gilbert, poi Modolo, lo spagnolo Landa e infine Aru. L’Italia è la nazione con più successi. Oltre a Contador, per 16 giorni (compreso oggi) in maglia rosa, hanno indossato la casacca di leader della corsa anche gli australiani Gerrans, Matthews, Clarke, ma anche Aru.

Riepilogo delle tappe.

– Prima tappa: San Lorenzo al mare-Sanremo di 17,6 km (cronometro a squadre): 1. Orica-Greenedge (Aus), 2. Tinkoff-Saxo (Rus) a 7″, 3. Astana (Kaz) a 13″. Maglia rosa: Gerrans (Aus).

– Seconda tappa: Albenga-Genova di 177 km: 1. Viviani (Ita), 2. Hofland (Ola) s.t., 3. Greipel (Ger) s.t. Maglia rosa: Matthews (Aus).

– Terza tappa: Rapallo-Sestri Levante di 136 km: 1. Matthews (Aus), 2. Felline (Ita) s.t., 3. Gilbert (Bel) s.t. Maglia rosa: Matthews (Aus)

– Quarta tappa: Chiavari-La Spezia di 150 km: 1. Formolo (Ita), 2. Clarke (Aus) a 22″, 3. Monsalve (Ven) s.t. Maglia rosa: Clarke (Aus).

– Quinta tappa: La Spezia-Abetone di 152 km: 1. Polanc (Slo), 2. Chavanel (Fra) a 1’31”, 3. Fabio Aru (Ita) s.t. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Sesta tappa: Montecatini Terme-Castiglione della Pescaia di 183 km: 1. Greipel (Ger), 2. Pelucchi (Ita) s.t., 3. Modolo (Ita) s.t. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Settima tappa: Grosseto-Fiuggi di 267 km: 1. Ulissi (Ita), 2. Lobato (Spa) s.t., 3. Gerrans (Aus) s.t. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Ottava tappa: Fiuggi-Campitello Matese di 186 km: 1. Intxausti (Spa), 2. Landa a 20″, 3. Reichenbach (Svi) a 31″. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Nona tappa: Benevento-San Giorgio del Sannio di 224 km: 1. Tiralongo (Ita), 2. Kruijswijk (Ola) a 21″, 3. Geschke (Ger) a 23″. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Decima tappa: Civitanova Marche-Forlì di 200 km: 1. Boem (Ita), 2. Busato (Ita) s.t., 3. Malaguti (Ita) a 2″. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Undicesima tappa: Forlì-Imola (autodromo Enzo e Dino Ferari) di 153 km: 1. Zakarin (Rus), 2. Betancur (Col) a 53″, 3. Pelizzotti (Ita) s.t. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Dodicesima tappa: Imola-Vicenza (Monte Berico) di 190 km: 1. Gilbert (Bel), 2. Contador (Spa) a 3″, 3. Ulissi (Ita) s.t. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Tredicesima tappa: Montecchio Maggiore-Jesolo di 147 km: 1. Modolo (Ita), 2. Nizzolo (Ita) s.t., 3. Viviani (Ita) s.t. Maglia rosa: Aru (Ita).

– Quattordicesima tappa: Treviso-Valdobbiadene di 59,4 km (cronometro individuale): 1. Kiryienka (Bie), 2. Sanchez (Spa) a 12″, 3. Contador (Spa) a 14″. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Quindicesima tappa: Marostica-Madonna di Campiglio di 165 km: 1. Landa (Spa), 2. Trofimov (Rus) a 2″, 3. Contador (Spa) a 5″. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Sedicesima tappa: Pinzolo-Aprica di 177 km: 1. Landa (Spa), 2. Kruijswijk (Ola) a 38″, 3. Contador (Spa) s.t. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Diciassettesima tappa: Tirano-Lugano (Svizzera) di 134 km: 1. Modolo (Ita), 2. Nizzolo (Ita) s.t., 3. Mezgec (Slo) s.t. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Diciottesima tappa: Melide (Svizzera)-Verbania di 170 km: 1. Gilbert (Bel), 2. Bongiorno (Ita) a 47″, 3. Chavanel (Fra) a 1’01”. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Diciannovesima tappa: Gravellona Toce-Cervinia di 236 km: 1. Aru (Ita), 2. Hesjedal (Can) a 28″, 3. Uran Uran (Col) a 1’10”. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Ventesima tappa: Saint Vincent-Sestriere di 199 km: 1. Aru (Ita), 2. Hesjedal (Can) a 18″, 3. Uran Uran (Col) a 24″. Maglia rosa: Contador (Spa).

– Ventunesima tappa: Torino-Milano di 178 km: 1. Keisse (Bel), 2. Durbridge (Aus) s.t., 3. Kluge (Ger) a 9″. Maglia rosa: Contador (Spa)