Giudice sportivo, multa di 30 mila euro alla Juve per i petardi lanciati dai tifosi

Pubblicato il 10 Maggio 2010 17:07 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2010 17:14

Tifosi della Juventus

Un’ammenda di 30 mila euro è stata inflitta alla Juventus dal giudice sportivo per il lancio di “petardi di forte intensità” verso il settore ospiti e in campo con conseguente sospensione della partita e per “un coro ingiurioso nei confronti di un calciatore tesserato per altra società” intonato dai tifosi bianconeri.

Per “cori insultanti, incitanti alla violenza e costituenti anche espressione di discriminazione razziale per la tifoseria avversaria” è stata punita la Lazio con una multa di 15 mila euro. Stessa ammenda anche per il Napoli per lancio di petardi e fumogeni e per cori e striscioni “insultanti per la tifoseria avversaria e per organi istituzionali”.

Al Livorno è stata inflitta un’ammenda di 10 mila euro per cori “insultanti per la tifoseria avversaria e incitanti alla violenza”, 5 mila euro di ammenda per l’Inter per fumogeni e petardi.

Sono dodici i giocatori fermati per un turno: Flamini (Milan), Amoruso e Valdes (Atalanta), Nené (Cagliari), Bocchetti (Genoa), Belmonte (Bari), Lukovic e Handanovic (Udinese), Kroldrup (Fiorentina), Lavezzi (Napoli), Migliaccio (Palermo) e Riise (Roma).