Giuseppe Pecoraro si è dimesso, era il capo della Procura Figc

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Dicembre 2019 20:40 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2019 20:40
Giuseppe Pecoraro si è dimesso, era il capo della Procura Figc

Giuseppe Pecoraro nella foto Ansa

ROMA – Il capo della Procura della Federcalcio, Giuseppe Pecoraro, si è appena dimesso comunicando la sua decisione al presidente Gabriele Gravina. Lo apprende l’ANSA. Grazie “per il lavoro proficuo svolto con reciproca soddisfazione in questi anni”. Con le parole del presidente, Gabriele Gravina, la Figc ufficializza la notizia delle dimissioni del procuratore della Federcalcio, Giuseppe Pecoraro, anticipata dall’ANSA.

Gravina prosegue ” formulando nello stesso tempo i migliori auspici per il futuro” a Pecoraro.
    La Figc, in una nota, parla di “dimissioni dall’incarico per motivi personali”. L’ex Prefetto di Roma, subentrato a Stefano Palazzi, era stato nominato a capo della Procura Federale il 31 agosto 2016.

Il 22 dicembre 2015, Gravina, diventa presidente della Lega Italiana Calcio Professionistico con 31 voti contro i 13 e i 7 riferiti rispettivamente agli sfidanti Raffaele Pagnozzi e Paolo Marcheschi,  succedendo così nella carica a Mario Macalli. Viene confermato nell’incarico il 15 novembre 2016, con 55 preferenze, mentre l’avversario Alessandro Barilli ne riceve soltanto 3. Dimessosi dalla carica il 16 ottobre 2018, viene eletto presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio il 22 ottobre successivo con il 97,2% dei voti.

L’11 aprile 2019 riceve al Parlamento europeo di Bruxelles (comune) il Premio La Moda Veste la Pace per le attività di contrasto al razzismo nel calcio svolte durante il suo mandato di Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio  (fonti ANSA e Wikipedia).