VAR corregge arbitro, il gol di Lautaro Martinez in Cagliari-Inter è buono FOTO

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 1 Settembre 2019 21:46 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2019 21:46
Gol Lautaro Cagliari Inter var fuorigioco non c'era

Il gol di Lautaro in Cagliari Inter è regolare (immagini Sky)

CAGLIARI – Il primo tempo di Cagliari-Inter non ha regalato grandi emozioni ma un episodio da moviola molto importante. Al 25′, l’Inter è andato in gol con Lautaro Martinez. L’attaccante argentino ha segnato di testa, anticipando Cerri, su cross di Sensi. L’arbitro Maresca ha annullato la rete dell’argentino per fuorigioco ma è stato richiamato all’ordine dal VAR. 

A quel punto è iniziato un lungo colloquio in mezzo al campo tra l’arbitro Maresca ed i suoi assistenti che stavano vedendo la partita nella stanza del VAR davanti ai monitor per decidere sugli episodi controversi. Dopo circa quattro minuti, Maresca ha comunicato la sua decisione ai calciatori in campo. 

L’arbitro campano ha assegnato il gol a Lautaro Martinez perché l’attaccante della Nazionale Argentina era in posizione regolare al momento del tocco vincente di testa. Era tenuto in gioco sia da Cerri che da Joao Pedro. Parliamo di cm, senza l’ausilio della tecnologia sarebbe stato impossibile decidere correttamente su questo episodio da moviola. In questi casi, il VAR è determinante. 

La partita, Antonio Conte ha “bocciato” Barella nella sua Cagliari. 

Antonio Conte ha bocciato Barella. Il tecnico leccese è sceso in campo con un centrocampo folto dove non ha trovato spazio l’idolo di casa. Barella si è accomodato in panchina per lasciare spazio ad una linea a tre formata da Vecino Brozovic e Sensi.

Insomma Antonio Conte non ha voluto cambiare e ha voluto confermare i tre centrocampisti che avevano fatto molto bene contro il Lecce. Ricordiamo che sia Brozovic che Sensi erano riusciti ad andare in gol nel corso del quattro a zero rifilato al Lecce. 

CAGLIARI (3-5-2): Olsen; Pisacane, Ceppitelli, Klavan; Nandez, Rog, Nainggolan, Ionita, Pellegrini; Joao Pedro, Cerri. Allenatore: Maran

INTER (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro, Lukaku. Allenatore: Conte