Grecia-Argentina: diretta live in tempo reale

Pubblicato il 22 giugno 2010 20:23 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2012 10:48

Diego Maradona

Si gioca alle 20.30 a Polokwane Argentina-Grecia, una partita del gruppo B dei Mondiali.

Probabili formazioni:

Argentina (4-3-3): 12 Romero, 15 Otamendi, 2 Demichelis, 4 Burdisso, 3 C. Rodriguez, 20 Maxi Rodriguez, 5 Bolatti, 8 Veron, 11 Messi, 19 Milito, 16 Aguero. (1 Pozo; 21 Andujar, 17 Gutierrez, 12 Garce, 13 Samuel, 6 Heinze, 14 Mascherano, 23 Pastore, 7 Di Maria, 9 Higuain, 11 Tevez). All. Maradona.

Grecia (4-1-4-1): 12 Tzorvas, 16 Kyrgiakos, 11 Vyntras, 8 Papadopoulos, 15 Torosidis, 19 Papastathopoulos, 14 Salpingidis, 6 Tziolis, 10 Karagounis, 21 Katsouranis, 17 Gekas. (13 Sifakis, 1 Chalkias, 2 Seitaridis, 19 Papastathopoulos, 3 Patsatzoglou, 4 Spyropoulous, 22 Malezas, 18 Ninis, 23 Prittas, 20 Kapetanos, 9 Charisteas). All. Rehhagel.

Arbitro: Irmatov (Uzb).

Seconda gara ai Mondiali tra Argentina e Grecia: il precedente – per altro unico tra queste due nazionali – risale a Stati Uniti ’94, con i sudamericani che vinsero 4-0 il 21 giugno a Boston; le reti furono segnate da Batistuta (tripletta, al 2′, 44′ ed 89′ su rigore) e Maradona (al 60′). Ed è stata proprio la Grecia a subire l’ultimo degli 8 gol segnati da Diego Armando Maradona ai Mondiali, il 21 giugno 1994 a Boston: si era già sul 2-0 per i sudamericani – doppietta di Batistuta -, quando al 60′ l’attuale ct argentino siglò la terza rete.

Maradona, che ha giocato 21 partite nelle fasi finali dei Mondiali, disputò contro gli ellenici la sua penultima gara alla kermesse iridata: quattro giorni più tardi giocò quella che sarebbe stata la sua ultima partita assoluta ai Mondiali, Argentina-Nigeria 2-1 – sempre a Boston – prima che venisse squalificato per essere risultato positivo ad un controllo antidoping, riferito proprio alla gara contro gli ellenici.

Nelle terze partite del girone, così come strutturato oggi il campionato Mondiale di calcio, l’ Argentina ha un bilancio di 6 vittorie (3-1 sul Cile nel 1930, 2-0 sulla Svizzera nel 1966, 4-1 su Haiti nel 1974, 2-0 su El Salvador nel 1982, 2-0 sulla Bulgaria nel 1986, 1-0 sulla Croazia nel 1998), 4 pareggi (0-0 contro l’ Ungheria nel 1962, 1-1 contro la Romania nel 1990, 1-1 contro la Svezia nel 2002 e 0-0 contro l’Olanda nel 2006) e 3 sconfitte (1-6 dalla Cecoslovacchia nel 1958 – in quella che, ancora oggi, è la massima sconfitta argentina ai Mondiali -; 0-1 dall’Italia nel 1978 e 0-2 dalla Bulgaria nel 1994). In pratica i sudamericani hanno vinto questo tipo di partita quasi nel 50% dei casi. Mentre la Grecia, nell’unico Mondiale fin qui disputato – Stati Uniti ’94 – è stata battuta 0-2 dalla Nigeria alla terza giornata della fase a gironi. Argentina imbattuta ai Mondiali dal 7 giugno 2002, quando a Sapporo perse 0-1 dall’Inghilterra nella fase a gironi.

Da allora 8 gare utili consecutive, con bilancio di 5 vittorie e 3 pareggi. È stata stabilita la nuova serie positiva record al Mondiale per la nazionale argentina, superando quella di 7 gare senza sconfitte realizzata tra il 2 ed il 29 giugno 1986, con score di 6 vittorie ed 1 pareggio, in quello che fu il secondo Mondiale vinto finora dall’ Argentina. La Grecia ha sempre subito gol nelle 5 partite finora disputate ai Mondiali, per un totale di 13 reti al passivo.

L’arbitro: Irmatov Ravshan Irmatov è nato il 9 agosto 1977 a Tashkent (Uzbekistan). Arbitro internazionale dal 2003, di professione è istruttore in una scuola-calcio. Arbitro asiatico dell’anno nel 2008 e nel 2009, è il primo arbitro uzbeko a partecipare ai Mondiali. È alla terza gara ai Mondiali 2010 dopo Sudafrica-Messico 1-1 (gara di apertura) ed Inghilterra-Algeria 0-0. Ai Mondiali Under 17 2009 ha incrociato la selezione argentina, che impattò 1-1 contro i pari età spagnoli nella fase a gironi.