Ibrahimovic-Bologna, stipendio e Mino Raiola: le difficoltà della trattativa

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 21 Maggio 2020 15:19 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2020 15:19
Ibrahimovic-Bologna, stipendio e Mino Raiola: le difficoltà della trattativa

Ibrahimovic-Bologna, stipendio e Mino Raiola: le difficoltà della trattativa (foto Ansa)

BOLOGNA – Zlatan Ibrahimovic tra il Bologna e l’Hammarby.

Il calciatore svedese lascerà il Milan al termine della stagione perché rientra nei piani di Rangnick (probabile nuovo allenatore dei rossoneri).

Ibra vorrebbe rimanere in Italia per far pentire il Milan della sua scelta. 

Al momento solo un club è interessato veramente a lui, il Bologna.

Se il suo trasferimento in rossoblù non dovesse concretizzarsi,  Ibra potrebbe far ritorno in Svezia.

Il centravanti del Milan è co proprietario dell’Hammarby.

Durante la sosta del campionato italiano per coronavirus, Ibra è tornato in Svezia e ha continuato il suo percorso da calciatore proprio nell’Hammarby.

Questo è stato reso possibile dal fatto che in Svezia hanno applicato norme meno restrittive per combattere il virus.

Così il centravanti svedese ha potuto allenarsi regolarmente sia in palestra che in campo.

Ibrahimovic non si è limitato a questo, ha anche disputato una partitella con la società svedese segnando un gol.

Come detto, Ibra si sente ancora competitivo ed è convinto di poter far ancora la differenza in Italia.

Se l’approdo al Bologna non dovesse concretizzarsi, lo svedese si accaserebbe al club di cui è co proprietario.

La maggiore difficoltà di questo affare è la trattativa tra la dirigenza del Bologna ed un osso duro come Mino Raiola.

Ibrahimovic va per i 39 anni ma percepisce ancora uno stipendio faraonico di poco più di 7 milioni di euro a stagione. 

Saputo potrebbe convincere il suo agente con un affare alla Drogba (portato nell’altra sua società, il Montreal Impact).

Parte dello stipendio di Ibra potrebbe essere coperto dal Bologna e l’altra parte potrebbe essere pagata da uno sponsor interessato a questo affare dal punto di vista pubblicitario.