Ibrahimovic verso il Bologna, Saputo ha già saputo convincere Drogba…

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 2 Novembre 2019 18:20 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2019 18:20
Ibrahimovic Bologna stipendio Saputo Drogba operazione calciomercato

Ibrahimovic nella foto Ansa

BOLOGNA – Zlatan Ibrahimovic potrebbe essere davvero il grande colpo di calciomercato del Bologna. Sono iniziate le trattative tra la società rossoblù e Mino Raiola, procuratore storico di Ibra. Joey Saputo, patron del Bologna, non sarebbe nuovo ad un investimento di questo tipo visto che in passato è riuscito ad acquistare Didier Drogba per il suo club di MLS, il Montreal Impact. 

Stando ai rumors di calciomercato, Ibrahimovic avrebbe chiesto al Bologna un contratto di un anno e mezzo per uno stipendio complessivo di otto milioni di euro (grosso modo quello che guadagnerebbe nello stesso intervallo di tempo se restasse a giocare negli Stati Uniti). 

Il Bologna sarebbe disposto ad accontentarlo anche grazie all’inserimento di sponsor che sarebbero interessati a questa operazione che non è solamente calcistica ma anche, se non soprattutto, commerciale. 

Ibrahimovic aveva parlato positivamente del Bologna e del suo allenatore Sinisa Mihajlovic  nell’intervista che aveva rilasciato di recente a Sky Sport dove aveva esternato il suo desiderio di tornare a giocare nel nostro campionato. 

“Per la Serie A  sarei pronto al 100%, lo sento da come gioco: faccio ancora la differenza. In Italia e in tutti Paesi. Il contratto con i Los Angeles Galaxy finirà a dicembre e cosa succederà oltre quella data non lo so ancora. Vedremo, ci sono tante cose a cui pensare. Se posso venire in Italia non vedo il problema, faccio meglio di quanto facciano quelli che ci sono ora.

Secondo me la Juventus sta facendo grandi cose, è il simbolo del calcio italiano per la squadra e i calciatori che hanno. Anche l’Inter sta facendo grandi cose con un grande allenatore – aggiunge – Le altre squadre stanno provando qualcosa ma non sono ancora al suo livello.

Io al Bologna? E’ una piazza importante, ci verrei soprattutto per il suo allenatore Sinisa Mihajlovic.  Io al Napoli? Riempirei il San Paolo e sicuramente lotterei per lo scudetto. Mi dispiace tanto per il Milan, per me deve essere un top club per risultati e per investimenti. Ma al momento non è così. Si devono fare investimenti. Tutto arriva dalla proprietà. Se non si fanno investimenti non si va da nessuna parte: la qualità non è gratis”.