--

“Ibrahimovic, chiudi la carriera alla Roma”. Il consiglio della stampa svedese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Dicembre 2014 10:30 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2014 10:31
"Ibrahimovic, chiudi la carriera alla Roma". Il "consiglio" della stampa svedese

Ibrahimovic (LaPresse)

ROMA – “Il posto ideale per Zlatan Ibrahimovic sarebbe la Roma. In quell’ambiente così caldo e appassionato potrebbe finire nel modo migliore la sua incredibile carriera”. Dalla Svezia arriva una clamorosa voce di calciomercato che riguarda la stella svedese.

Un suggerimento quello che arriva del quotidiano scandinavo Aftonbladet. Il pezzo racconta di come Roma rappresenterebbe per Ibra la piazza migliore per rilanciare la sua carriera, ormai arrivata alle ultime battute. “Per molti tifosi sarebbe un sogno vedere Zlatan giocare in Premier League ma l’Inghilterra per lui sarebbe stata l’ideale sette anni fa, non oggi. La prossima mossa di Ibra potrebbe essere un ritorno in Italia dopo le esperienze alla Juve, all’Inter e al Milan. La serie A lo ha trasformato in un uomo e lì i tifosi lo hanno sempre amato, soprattutto per la sua caparbietà e sfrontatezza”, prosegue l’articolo sull’Aftonbladet. “Seydou Keita ha detto l’altro giorno che avrebbe voluto chiamare Zlatan e chiedergli di venire a Roma. Può sembrare un sogno irrealizzabile ma solo apparentemente. Sappiamo che in Italia non circolano più molti soldi ma Ibra ormai è un calciatore ricchissimo e potrebbe sorprendere tutti scegliendo una destinazione senza incrementare il suo conto in banca”.

L’articolo insiste sui motivi per i quali Ibrahimovic dovrebbe chiudere la sua straordinaria carriera nella capitale: “Sarebbe considerato un Dio. Roma è una città che respira calcio, al contrario di Parigi. La leggenda Francesco Totti ha sempre avuto un grande rispetto per Zlatan. E questo la dice lunga. Il club giallorosso è di nuovo al vertice del calcio italiano ed è tornato nel giro della Champions League. Consigliamo a Ibra di finire la sua carriera in un ambiente incandescente come quello di Trigoria e non in una lenta dissolvenza fra il lusso del Psg. Nel 2003 Zlatan aveva 21 anni e in un’intervista ci disse: “Se giocherò in Italia? So che la Roma è interessata a me. Un giorno giocherò lì”. Non è ancora troppo tardi, Zlatan.”