Ibrahimovic, niente Milan e Napoli: Ancelotti lo ha convinto a seguirlo all’Everton

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 18 Dicembre 2019 19:17 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2019 19:17
Ibrahimovic, niente Milan e Napoli: Ancelotti lo ha convinto a seguirlo all'Everton

Ibrahimovic nella foto Ansa

ROMA – Altro che Milan, Napoli o Bologna, Zlatan Ibrahimovic è ad un passo dall’Everton. Tutte e tre le trattative sono state concrete, per stessa ammissione dei protagonisti, ma alla fine l’ha spuntata Ancelotti. Ecco perché, in caso di sua permanenza al Napoli, lo svedese sarebbe finito probabilmente in Campania. L’Everton ha tutto per accontentare Ibra: gioca nel campionato più bello e ricco d’Europa, ha risorse economiche notevoli e sta per ingaggiare un grande allenatore come Carlo Ancelotti. 

Ecco perché nei giorni scorsi Napoli e Milan si erano tirati fuori dall’affare Ibra attraverso le dichiarazioni rilasciate alla stampa di Aurelio De Laurentiis e Paolo Maldini. 

Le dichiarazioni rilasciate da Paolo Maldini a Sky Sport sono riportate dalla Gazzetta dello Sport. “Ibrahimovic? È sicuramente un’opzione, abbiamo parlato e stiamo continuando a parlare, ma ci sono anche altre opzioni, questo dobbiamo dirlo. Certo è che più si va in là e, magari, più diventa difficile – dice ai microfoni di Sky Sport -, lui ha giocato l’ultima partita il 20 ottobre e per un ragazzo di 38 anni fermarsi per più di due mesi è, comunque, abbastanza tosta, io l’ho provata… Quindi, se pensiamo che per l’eventuale fine stagione sarebbero solo cinque mesi, diventa difficile”.

Le dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis sono riportate dal Corriere dello Sport: “Ibrahimovic? E’ una persona straordinaria, che ho conosciuto già in passato, è forte e ha carattere e personalità. Abbiamo pensato a Zlatan con Ancelotti perchè avrebbe ricoperto un certo tipo di ruolo, ora prima di pensare a lui ho altre priorità: rimettere in sesto una squadra che deve giocare in un modo diverso, con una difesa che non deve concedere quello che ha concesso contro il Parma e deve avere una linea più alta. Dobbiamo pensare a quello che abbiamo in casa e poi rinforzare il centrocampo. L’Inter vuole Mertens? Ha un contratto tale che può andare da tutte le parti meno che in Italia. E’ chiaro così?”.