Ibrahimovic-Napoli, Giuntoli: “Non l’ho mai incontrato ma si sente con Ancelotti”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 23 Ottobre 2019 21:14 | Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2019 21:14
Ibrahimovic Napoli Giuntoli mai incontrato ma si sente con ancelotti

Ibrahimovic nella foto Ansa

SALISBURGO (AUSTRIA) – Ai microfoni di Sky Sport, nel pre partita di Salisburgo, il direttore sportivo del Napoli Cristiano Giuntoli ha parlato del possibile approdo di Zlatan Ibrahimovic alla squadra allenata da Carlo Ancelotti.

 

 

Su Ibrahimovic

Pensiamo alla partita, che è meglio, a gennaio manca tanto. Come ho già detto, fanno molto piacere certe considerazioni da  parte di un grande campione come lui, però, noi dobbiamo pensare all’oggi, abbiamo una partita molto difficile e, quindi, non ci pensiamo.

 

Lei ha mai incontrato Ibrahimovic?

No, io non l’ho mai incontrato. So che ha un grande rapporto con Ancelotti, si sentono. Ancelotti sente non solo lui, sente un sacco di campioni, è una persona che ha fatto tanto nel calcio e, quindi, tutti lo chiamano. In questo momento, parlare di Ibrahimovic mi sembra brutto, anche nei confronti dei calciatori molto bravi che abbiamo e ne abbiamo anche in abbondanza.

Poche ore prima, il botta e risposta tra Zlatan Ibrahimovic ed Aurelio De Laurentiis. 

Botta e risposta a distanza tra Zlatan Ibrahimovic e Aurelio De Laurentiis. Il bomber svedese, che gioca negli Stati Uniti con la maglia del Los Angeles Galaxy, si è offerto al Napoli nel corso di una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. Giuntoli, ma soprattutto De Laurentiis, hanno apprezzato le sue dichiarazioni ma il patron del Napoli ha chiarito: “Dipende solamente da lui…”. Facendo riferimento al fatto che Ibra dovrebbe ridursi lo stipendio per approdare in Campania perché il Napoli non può pagarlo come se fosse un club di Mls. 

Ecco cosa aveva detto Zlatan Ibrahimovic ai microfoni della Gazzetta dello Sport: “Mi piacerebbe giocare al Napoli. Ho apprezzato l’ultimo documentario dedicato a Maradona, nessuno è come lui. Ecco, vedendo l’amore di quella città mi verrebbe quasi la voglia di provare un’esperienza al Napoli: sarebbe fantastico.Non sto dicendo che andrò là, la decisione finale dipenderà da vari aspetti, ma quella è una piazza che crea entusiasmo: con me il San Paolo sarebbe pieno ogni domenica. E poi c’è Ancelotti”.