Ibrahimovic-Napoli, Giuntoli: “Onorati dalle sue dichiarazioni…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 19 Ottobre 2019 17:58 | Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre 2019 17:58
ibrahimovic Napoli Giuntoli calciomercato Verona è mio unico pensiero

Ibrahimovic nella foto Ansa

NAPOLI – Nuovo capitolo del possibile approdo di Zlatan Ibrahimovic al Napoli nella prossima finestra di calciomercato. Nel corso di una intervista rilasciata a Sky Sport, Ibrahimovic ha detto di avere voglia di tornare in Italia. Ha aggiunto che a Napoli riempirebbe il San Paolo tutte le domeniche e potrebbe puntare allo scudetto. Queste dichiarazioni non sono passate inosservate e le ha commentate anche Giuntoli, dirigente dei campani, prima di Napoli-Verona. 

Ecco cosa aveva detto Ibrahimovic. Le sue dichiarazioni sono riportate dall’Ansa.

Ecco cosa ha dichiarato Giuntoli ai microfoni di Sky Sport: “Le dichiarazioni di Ibrahimovic ci riempiono di orgoglio. Siamo onorati della stima di un fuoriclasse del genere. Diciamo anche che Ibrahimovic ha sempre stimato Ancelotti e ha sempre parlato di lui in maniera affettuosa. Ma non è il momento di parlare di mercato. Io vi ho risposto perché me lo avete chiesto ma siamo solamente ad ottobre. Dobbiamo pensare alle partite ed ai calciatori di cui disponiamo che sono fortissimi. A Ibra dico grazie ma non è il momento di parlarne, abbiamo gare decisive in campionato ed in Champions League”.

Per la Serie A “sarei pronto al 100%, lo sento da come gioco: faccio ancora la differenza. In Italia e in tutti Paesi”. Così Zlatan Ibrahimovic, ai microfoni di Sky a margine della presentazione della sua statua a Malmoe e dove parla anche del futuro: “Il contratto finirà a dicembre e cosa succederà oltre quella data non lo so ancora. Vedremo, ci sono tante cose a cui pensare. Se posso venire in Italia non vedo il problema, faccio meglio di quanto facciano quelli che ci sono ora.

Secondo me la Juventus sta facendo grandi cose, è il simbolo del calcio italiano per la squadra e i calciatori che hanno. Anche l’Inter sta facendo grandi cose con un grande allenatore – aggiunge – Le altre squadre stanno provando qualcosa ma non sono ancora al suo livello.

Io al Napoli? Riempirei il San Paolo e sicuramente lotterei per lo scudetto. Mi dispiace tanto per il Milan, per me deve essere un top club per risultati e per investimenti. Ma al momento non è così. Si devono fare investimenti. Tutto arriva dalla proprietà. Se non si fanno investimenti non si va da nessuna parte: la qualità non è gratis” (fonti Sky Sport e Ansa).