Icardi fa causa all’Inter e chiede il reintegro, Conte non ci sta: “Ci siamo comportati correttamente”

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 Agosto 2019 16:50 | Ultimo aggiornamento: 31 Agosto 2019 16:50
Icardi causa Inter Conte ci siamo comportati correttamente

Icardi e Wanda Nara nella foto Ansa

MILANO – Polemiche a non finire in casa Inter per il caso Icardi. A poche ore dalla chiusura del calciomercato, la situazione dell’argentino non si è ancora sbloccata. A maggior ragione adesso che Icardi ha deciso di fare causa all’Inter per chiedere il reintegro in squadra ed un indennizzo di un milione e mezzo. Icardi ha appena incassato la risposta di Antonio Conte che si è schierato dalla parte della sua società: “Noi ci siamo comportati correttamente. Dico solo questo…”. 

Parla il legale di Icardi: “Mauro vuole semplicemente il reintegro…”.

”Non è una questione economica.
    Quello che interessa a Icardi è essere parte integrante del progetto Inter. Vi pare possibile che in due mesi di preparazione non abbia partecipato a un’amichevole?”.
    L’avvocato di Mauro Icardi Giuseppe Di Carlo, a Sportmediaset, chiarisce la richiesta di risarcimento di 1.5 milioni avanzata all’Inter nell’ambito della causa contro il club nerazzurro.
    ”La richiesta di risarcimento – aggiunge – è una conseguenza necessaria dell’atto. E’ una formula obbligatoria. Non fa parte di un’iniziativa personale del giocatore. L’atto sarebbe stato incompleto, monco, senza la specifica di risarcimento del danno subito non inferiore al 20% del compenso annuo”. Ora, come spiega l’avvocato, bisogna attendere la risposta della società che ha cinque giorni di tempo per nominare il proprio arbitro.
    Probabilmente si aspetterà la fine del mercato. E in caso di trasferimento: ”Ovviamente tutto rientrerebbe. Non ci sarebbero più le ragioni per procedere”.

Antonio Conte non ci sta: “Ci siamo comportati nella maniera più corretta possibile”.

 “Icardi? E’ stato fatto tutto nella maniera più corretta possibile. Da otto mesi state parlando di questa persona e non ci voglio entrare. Dobbiamo essere concentrati su questa stagione, invece i protagonisti sono altri e non chi la deve giocare la stagione”. Lo dice l’allenatore dell’Inter, Antonio Conte, alla vigilia della partita contro il Cagliari, commentando la situazione dell’attaccante argentino, che ha fatto causa al club nerazzurro.

“Cosa darà in più Sanchez? Spero di rispondere con dei numeri più in là, significa che il ragazzo si è integrato bene. E’ un giocatore importante che non ha avuto due grandi stagioni al Manchester United. E’ arrivato con grande entusiasmo. E lo porterò a Cagliari”. Lo dice l’allenatore dell’Inter, Antonio Conte, alla vigilia della partita contro il Cagliari in trasferta.

Non ci sarà, invece, Biraghi, perché “abbiamo deciso di riportarlo a un livello fisico ottimale, è arrivato un po’ provato. Ha bisogno di mettersi al pari con gli altri”. E, a Cagliari, l’Inter ritroverà Nainggolan. “Ho grande stima e rispetto nei suoi confronti. E’ un buonissimo giocatore, non a caso lo volevo portarlo al Chelsea il mio primo anno. C’è grande stima, ma sapete bene che sono state prese delle decisioni da parte del club”, ammette Conte (fonte Ansa).