Icardi, Terry, De Rossi, Montolivo e Giannini: quando la fascia di capitano viene tolta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 febbraio 2019 17:24 | Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2019 17:30
Icardi, Terry, De Rossi, Montolivo e Giannini: quando la fascia di capitano viene tolta

Icardi, Terry, De Rossi, Montolivo e Giannini: quando la fascia di capitano viene tolta ANSA/MATTEO BAZZI

MILANO – Mauro Icardi è in ottima compagnia. Nella storia recente del calcio ci sono molti capitani che hanno perso la fascia da capitano per loro comportamenti in campo o fuori dal terreno di gioco. Andiamo ad analizzare i casi di Icardi, Terry, De Rossi, Montolivo e Giannini. 

Mauro Icardi ha perso la fascia di capitano perché la trattativa per il suo rinnovo del contratto è in fase di stallo. Le parti sono lontane e, giorno dopo giorno, cresce il nervosismo per le uscite social dello stesso Icardi e della compagna Wanda Nara. L’Inter è uscito dalla crisi di risultati nominando capitano Samir Handanovic ed inanellando tre vittorie consecutive contro Parma, Sampdoria e Rapid Vienna senza Icardi sul terreno di gioco. 

Terry ha perso la fascia da capitano due volte

John Terry vanta un record poco piacevole, ha perso due volte la fascia da capitano della Nazionale Inglese per comportamenti decisamente censurabili. Nel primo caso è andato a letto con la moglie del suo compagno di Nazionale Wayne Bridge, nella seconda circostanza è stato declassato per insulti razzisti nei confronti del calciatore Anton Ferdinand. 

5 x 1000

Anche in casa As Roma abbiamo assistito a due declassamenti eccellenti. Il primo caso è quello del “principe” Giuseppe Giannini che nella stagione 1991-1992 perse la fascia da capitano dopo un violento litigio con l’allenatore Ottavo Bianchi. Qualche anno dopo, nel corso dello “Spalletti bis”, Daniele De Rossi perse la fascia da capitano in via provvisoria dopo la disfatta interna contro il Porto che costò l’eliminazione dai preliminari di Champions League ai giallorossi. De Rossi fu punito perché rimediò un cartellino rosso perdendo la testa e lasciando la sua squadra in inferiorità numerica in balia degli avversari. 

Un altro caso curioso, è quello di Riccardo Montolivo, calciatore che fa ancora parte della rosa del Milan. La vecchia gestione decise di cederlo e gli tolse la fascia da capitano assegnandola a Leonardo Bonucci, calciatore che si rivelò un flop e che poi la scorsa estate è tornato alla Juventus. Il risultato fu disastroso perché il Milan disputò un campionato da incubo e Montolivo non venne ceduto.