Lazio, Igli Tare sulla Juventus: “Una volta il quarto uomo ci disse…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 marzo 2018 22:34 | Ultimo aggiornamento: 2 marzo 2018 22:34
lazio juventus igli tare

Lazio, Igli Tare sulla Juventus: “Una volta il quarto uomo ci disse…”

ROMA – Domani il campionato regala una bella fetta di scudetto, con due sfide che potrebbero ribaltare la classifica. Alle 18 ci sarà Lazio-Juventus, mentre alle 20:45 c’è il big match del San Paolo tra Napoli e Roma. Insomma, potrebbero essere le romane a indirizzare la corsa scudetto.

E a scaldare la vigilia ci ha pensato il ds della Lazio, Igli Tare. Alla ‘Gazzetta dello Sport’ l’ex attaccante albanese dice la sua sulla forza del club bianconero e lancia un messaggio sui rumors che accostano Simone Inzaghi alla panchina dei campioni d’Italia in carica.

“Contro la Juve ho segnato e vinto una volta sola: 2-0 a Brescia nel 2002, 7′ di recupero, mai visto. Mazzone urlò: ‘Che è sta roba?’. E il quarto uomo: ‘Mi vergogno, ma scrivo i minuti che mi dicono”.

“Il potere Juve lo avvertivi – sottolinea Tare – come oggi avverti che hanno i mezzi per controllare il mercato italiano, la loro politica aggressiva sui giovani di prospettiva. Il contrasto politico Lotito-Agnelli è lampante”.

Il ds laziale ne approfitta per escludere un approdo di De Vrij in bianconero: “Con Paratici zero problemi: neanche per Keita, Milinkovic o De Vrij, che non andrà alla Juve anche se il suo nome è passato sul loro tavolo. Li considero un esempio per mentalità, metodi di lavoro: il meglio del calcio italiano, sì”.

Infine, sulle sirene Inzaghi-Juve, Tare taglia corto: “Non mi dà fastidio: si cresce, ma devono ancora succedere cose e passare un paio d’anni “.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other