Impresa Simoni: il Gubbio supera la capolista Torino

Pubblicato il 25 Ottobre 2011 9:59 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2011 10:10

GUBBIO (PERUGIA) – E' stata la grande serata di Gigi Simoni, che a quasi 73 anni e' tornato in panchina in serie B, alla guida del Gubbio, compiendo la grande impresa di battere il Torino per 1-0. I granata, che sono comunque rimasti da soli in testa alla classifica con tre punti di vantaggio sul Padova, in questa stagione non avevano mai perso ed avevano sempre vinto nelle cinque precedenti trasferte.

In appena una settimana, l'ex tecnico di Inter, Genoa e Napoli – passato dal ruolo di direttore tecnico a quello di allenatore, subentrando all'esonerato Fabio Pecchia – ha dimostrato di aver saputo trasformare la squadra umbra, che ha lottato con grande agonismo per l'intera gara, imbrigliando il gioco della formazione di Giampiero Ventura. Il Gubbio ha segnato la rete decisiva all' 11' della ripresa con l'attaccante Ciofani, bravo, sul lancio di Bazzoffia, ad approfittare dell' incerta uscita del portiere granata Coppola per andare in rete.

La partita non era cominciata bene per gli umbri, con Simoni costretto a sostituire l'infortunato Buchel (uscito in barella dopo uno scontro con Glik) con Rui ed a rivedere quindi l'assetto in campo. Andato in svantaggio, il Torino ha giocato prevalentemente in attacco, cercando di avere la meglio sulla difesa del Gubbio e andando vicino al gol al 34' con la traversa colpita da Bianchi su cross di Parisi. Ma anche il Gubbio (costretto nel finale a sostituire per infortunio Briganti, dopo appena tre minuti dal suo ingresso in campo) e' andato vicino al raddoppio, colpendo il palo al 37' con lo stesso Rui.

Nel finale un grande intervento del portiere di casa Donnarumma ha negato il gol al colpo di testa di Bianchi.

Grazie alla vittoria di stasera, il Gubbio ha raggiunto quota 10 punti (alla pari con Noberina, Juve Stabia, Modena e AlbinoLeffe), lasciando il penultimo posto della classifica, che divideva con il Vicenza.