Indianapolis. E’ morto il baby pilota Peter Lenz, l’annuncio del padre su Facebook

Pubblicato il 30 Agosto 2010 20:00 | Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2010 16:15

E’ morto a 13 anni sulla pista di Indianapolis. L’annuncio del dramma di Peter Lenz è arrivato sulle pagine di Facebook. Il social network stavolta ha raccolto le parole disperate del padre, Michael Lenz che ha scritto: “Peter è morto questa mattina presto quando è stato apparentemente colpito da un altro pilota. È deceduto facendo quello che amava. Il mondo ha perso una delle sue più brillanti luci. Dio benedica Peter e l’altro pilota coinvolto”. E la morte del centauro bambino getta un’ombra sulla gara di domenica sullo storico circuito.

Il giovane Lenz, nato 13 anni fa a Vancouver nello stato di Washington, era una delle promesse del motociclismo americano. Nella sua breve carriera Lenz aveva conquistato ben 9 titoli nazionali in diverse categorie. Lenz era impegnato in due classi quest’anno, nella 125 Gp e nel trofeo Moriwaki 250 della Federazione Americana, dove era in testa alla classifica. La famiglia Lenz era molto amica di quella di Colin Edwards, il pilota americano della Yamaha che è stato anche compagno di squadra di Valentino Rossi. Il padre di Colin, Colin Edwards Sr, aveva pronosticato per Peter una brillante carriera nelle due ruote per Peter, che gareggiava con un casco uguale a quello di Edwards.

La dinamica dell’incidente sembra essere quella della più tragica delle fatalità. Peter Lenz perde il controllo della sua moto nel giro di allineamento e il pilota che lo segue lo investe. Nonostante la corsa al vicinissimo Ospedale Metodista, a soli 2 km dal circuito, Peter non riesce a sopravvivere per la gravità delle lesioni interne. Diverse ore più tardi, viene dichiarato morto.