Influenza A/ Anche Donova, il capitano della nazionale di calcio Usa ha contratto il virus H1N1. Lo ha scoperto dopo la partita con il Messico

Pubblicato il 14 Agosto 2009 18:07 | Ultimo aggiornamento: 14 Agosto 2009 18:07
193220_CAJH109_AP

Il capitano della nazionale Usa, Landon Donovan

L’influenza A si propaga anche nel mondo del calcio. Il capitano della nazionale statunitense, Landon Donovan, ha infatti dichiarato di aver contratto la malattia. Il giocatore americano ha avuto la conferma di aver contratto il virus a Miami, dove era sbarcato con la selezione a stelle e strisce dopo la sconfitta patita in Messico nella partita di qualificazione al Mondiale 2010.

Donovan avrebbe accusato i primi sintomi già quando è arrivato al ritiro della nazionale. «Non mi sentivo benissimo, ma pensavo che fosse dovuto al cambio di clima e all’umidità – ha dichiarato il giocatore – Nei giorni successivi, però, le mie condizioni sono peggiorate, così sono andato dai medici che mi hanno fatto dei test».

Che si trattasse del temuto virus H1N1 si è saputo solo dopo qualche giorno, e dopo la sfida con i messicani, in cui il capitano è comunque sceso regolarmente in campo. Il primo a rincuorare Donovan è stato Bruce Arena, tecnico della sua squadra di club, i Los Angeles Galaxy. «Mi hanno detto che è solo una forma leggera del virus, per cui si è infetti per le 48 ore successive al contagio – ha spiegato il coah americano – Non c’è motivo per allarmarsi, sono certo che starà bene molto presto».