Inter, Balotelli: “Non sono stupido, non ho sbagliato, non chiedo scusa”

Pubblicato il 30 Marzo 2010 20:40 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2010 20:50

«Non sono così stupido da saltare cinque partite: se avessi dovuto chiedere scusa lo avrei chiesto dopo la prima: Avendo ragione io, non chiedo scusa».

Lo ha detto Mario Balotelli intervenendo telefonicamente alla registrazione del ‘Chiambretti Night’ che andrà in onda questa sera.

Nel corso della puntata Piero Chiambretti ha chiesto al ct dell’Irlanda Giovanni Trapattoni, ospite in studio, di telefonare all’attaccante per dargli qualche consiglio sul rapporto con Mourinho che oggi per la quinta volta di fila non lo ha convocato. Al terzo tentativo Balotelli ha risposto al telefono. «Sei un talento, hai una vita per dimostrarlo», gli ha detto l’ex allenatore di Inter e Juventus, raccontando di essersi trovato in una situazione simile quando era calciatore e consigliando al giocatore di fare un passo indietro.

«A volte le cose non sono come si raccontano – ha risposto Balotelli -. Cosa è successo? Tanti episodi sono successi, ma li racconterò quando tutto sarà passato». Poi, rivolgendosi a Trapattoni, l’attaccante ha aggiunto: «Se mi state chiedendo di mettere da parte l’orgoglio, potete dirlo anche a qualcun altro».