Juwara-Barrow, i baby fenomeni di Mihajlovic fanno piangere l’Inter. I nerazzurri potevano portarsi a -1 dalla Lazio…

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 5 Luglio 2020 19:15 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2020 19:16
Juwara-Barrow, i baby fenomeni di Mihajlovic fanno piangere l'Inter. I nerazzurri potevano portarsi a -1 Lazio...

Juwara-Barrow, i baby fenomeni di Mihajlovic fanno piangere l’Inter. I nerazzurri potevano portarsi a -1 dalla Lazio… (foto Ansa)

Serie A, Inter-Bologna 1-2, gol: Romelu Lukaku al 23′, Juwara al 74′ e  Barrow all’81’.

Flop Inter, rimonta Bologna. I nerazzurri potevano portarsi a meno uno dalla Lazio seconda in classifica ed invece si sono fatti rimontare in casa dai ragazzini terribili di Mihajlovic. Lukaku ha illuso Conte, Lautaro e Bastoni lo hanno affossato.

Infatti l’Inter era passato in vantaggio con un gol da vero centravanti di Lukaku, abile a raccogliere la respinta del palo sul colpo di testa di Lautaro. Grazie a questa rete, Lukaku si è portato a 20 gol in Serie A al primo anno in Italia, prima di lui ci erano riusciti in pochissimi (Ronaldo ‘Il Fenomeno’ ad esempio…).

L’Inter ha avuto la possibilità di chiudere il match ma la generosità di Lukaku non ha pagato. Il centravanti ha ceduto il rigore a Lautaro per farlo sbloccare nonostante lui fosse il rigorista scelto da Conte. Lautaro ha fallito il penalty malamente.

Nel calcio ci sono alcune leggi non scritte. Una di queste? Gol fallito, gol subito. E così è stato. Juwara, ragazzino di 18 anni, ha segnato il primo gol in Serie A freddando Handanovic con un sinistro imparabile. 

E’ finita qui? Ma nemmeno per sogno. Può anche piovere sul bagnato. Infatti Bastoni si è fatto cacciare per doppia ammonizione proprio per un fallo sullo scatenato Juwara. 

Poi Barrow ha certificato l’incubo nerazzurro segnato su assist di Dominguez. Grazie a questo successo, il Bologna continua a sognare l’Europa League mentre l’Inter si deve leccare le ferite per non aver sfruttato il rovescio interno della Lazio contro il Milan.

Juwara e Barrow completano la rimonta.

Dopo una fase di studio durata ben venti minuti, l’Inter è riuscito a passare in vantaggio con un’azione splendida. Cambio di gioco di Candreva, cross di Young, colpo di testa di Lautaro sul primo palo, palo, tap in vincente a porta vuota di Lukaku al 23′.

Per il centravanti belga, si tratta del ventesimo gol stagionale in Serie A al suo primo anno in Italia. Solo Ronaldo, Meazza e Nyers erano riusciti in una impresa analoga.

Contropiede micidiale del Bologna al 35′. Dopo una palla persa da Lukaku, Orsolini è stato lanciato subito a rete.

L’estero rossoblù si è presentato davanti ad Handanovic e ha provato a batterlo con un piattone con il sinistro ma il portiere sloveno ha deviato la sua conclusione in calcio d’angolo.

L’Inter ha chiuso il primo tempo in vantaggio di un gol sul Bologna. Nerazzurri avanti con Lukaku, poi una parata miracolosa di Samir Handanovic su Orsolini.

Bologna vicino al pareggio al 53′. Barrow ha superato Brozovic con un tunnel e ha fatto partire una sassata dai venti metri che si è stampata sul palo ad Handanovic battuto.

Al 57′, un episodio molto importante. Soriano è stato espulso perché ha protestato in maniera esagerata contro l’arbitro dopo aver commesso un fallo in mezzo al campo.

Poco dopo, altro episodio penalizzante per il Bologna. Al 63′, l’arbitro ha assegnato un rigore all’Inter per uno sgambetto di Dijks ai danni di Candreva. Decisione giusta perché il fallo era netto.

Dagli undici metri si è presentato Lautaro Martinez ma la sua conclusione non è stata molto angolata e Skorupski l’ha respinta senza troppi problemi.Sulla ribattuta del rigore, c’è stato un tiro a botta sicura di Gagliardini ma il portiere polacco si è rialzato subito e con un grande riflesso ha deviato la sua conclusione in calcio d’angolo.

Pareggio a sorpresa del Bologna al 74′. Gli ospiti, in dieci uomini, hanno trovato la parità con Juwara. Il baby fenomeno del Bologna, classe 2001, ha raccolto una respinta corta della difesa dell’Inter e ha battuto Handanovic con un sinistro sul primo palo.

Anche l’Inter in dieci uomini. Ristabilita la parità numerica al 76′. Bastoni espulso per doppia ammonizione dopo un fallo sullo scatenato Juwara.

Il Bologna ha sfruttato subito l’espulsione di Bastoni e si è portato sul 2-1 all’81’. Dominguez ha fornito un grande assist a Barrow che non ha sbagliato davanti ad Handanovic.

E’ finita,il Bologna ha sbancato San Siro in rimonta. Pesante ko per i nerazzurri che potevano portarsi a meno uno dalla Lazio.