Inter, Conte: “Scuse? Ordine dei Giornalisti e Ussi dovrebbero vergognarsi”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 15 Dicembre 2019 23:41 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2019 23:41
Inter, Conte: "Scuse? Ordine dei Giornalisti e Ussi dovrebbero vergognarsi"

Inter, Antonio Conte durante il match di Firenze (foto Ansa)

FIRENZE – L’Ordine dei Giornalisti e l’Ussi avevano chiesto ad Antonio Conte di scusarsi con Il Corriere dello Sport e con Italo Cucci per aver annullato la conferenza stampa in segno di protesta contro la lettera pubblicata dal quotidiano romano dove un tifoso gli dava dell’esaurito. Conte non si è scusato, ha affidato tutto il caso in mano al suo avvocato e ha detto che “L’Ordine dei Giornalisti e l’Ussi dovrebbero vergognarsi. Mi chiedono di scusarmi contro chi mi ha mancato di rispetto. E’ assurdo. Poi da che pulpito, quel giornale ha pubblicato un titolo razzista, che è stato deriso da tutto il resto del mondo, e una grave anticipazione sulle condizioni di salute di Mihajlovic...”.

Riportiamo di seguito, le dichiarazioni rilasciate da Antonio Conte, ai microfoni di Sky Sport, contro l’Ordine dei Giornalisti, l’Ussi ed Il Corriere dello Sport: “Ho lasciato tutto in mano al mio avvocato. L’ho fatto su decisione dell’Inter. Se parliamo di rispetto, bisogna prima darlo per poi riceverlo. Abbiamo annullato la conferenza stampa per far recepire questo concetto a tutta la categoria dei giornalisti. Dobbiamo mandare dei segnali di rispetto, visto che è stata una mancanza di rispetto.

L’Ordine dei Giornalisti e l’Ussi si devono vergognare perché mi chiedono di scusarmi contro chi mi ha mancato di rispetto. Poi parla chi ha fatto un titolo razzista, facendosi deridere da tutto il resto del mondo, o chi ha pubblicato una anticipazione sulla malattia di Mihajlovic…”.

Conte ha parlato anche della partita, spiegando il pareggio contro la Fiorentina con le seguenti dichiarazioni: “In queste ultime due partite abbiamo raccolto meno di quanto seminato. Con il Barcellona abbiamo sbagliato troppi gol e poi abbiamo commesso degli errori difensivi. Oggi dispiace perché c’era stata una bella risposta da parte della squadra. Meritavamo qualcosa in più. Stiamo raccogliendo meno di quanto stiamo seminando. Con Barcellona, Fiorentina, ma anche Roma, avremmo meritato la vittoria.

Sono tre potenziali vittorie che si sono trasformate in due pareggi ed una sconfitta. I ragazzi ci mettono grande impegno ma stiamo affrontando un percorso di crescita, quindi ci vuole pazienza, dobbiamo costruire le vittorie sugli errori commessi. Non è scontato vincere, ci chiamiamo Inter ma questo non basta per vincere le partite. I gol sbagliati da Lukaku? Lui sta giocando sempre, come gli altri compagni di squadra, quindi è inevitabile che sia stanco.

Guardiamo avanti perché abbiamo fatto bene a Firenze, che è un campo difficile. Mi dispiace essere uscito solamente con un punto ma ora è obbligatorio guardare avanti. Giocare sette partite in venti giorni, sempre con gli stessi calciatori, è normale che poi qualcosa paghi. Lukaku e Lautaro stanno facendo il massimo ma non possono avere sempre la lucidità necessaria. L’infortunio di Sanchez ci ha privato di una alternativa importante in avanti per dare un po’ di riposo a loro due.

Io posso solamente ringraziare Lautaro e Lukaku per il loro spirito di sacrificio. Non possiamo permetterci di farli rifiatare. Errori di Godin e Skriniar sul gol della Fiorentina? Dispiace aver preso questo gol in contropiede nei minuti di recupero ma lo analizzeremo bene in allenamento per evitarlo in futuro”.