Inter, De Vrij: “Lite Lukaku-Brozovic? Parlate così perché non siete mai stati in uno spogliatoio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Settembre 2019 19:17 | Ultimo aggiornamento: 19 Settembre 2019 19:17
Inter De Vrij Lukaku Brozovic lite cose da spogliatoio

Inter, De Vrij nella foto Ansa

MILANO – ”Quelli che scrivono queste cose non sono mai stati in uno spogliatoio, non c’è niente da dire e da rispondere”. Stefan De vrij risponde così, in un’intervista a Sky e Premium, ad una domanda sulla lite tra Lukaku e Brozovic negli spogliatoi durante l’intervallo di Inter-Slavia Praga.
   

L’attaccante avrebbe chiesto ai compagni di giocare in modo più coraggioso e offensivo e Brozovic avrebbe inteso le dichiarazioni di Lukaku come una critica personale, reagendo e cercando il confronto anche fisico.

Secondo quanto dichiarato da De Vrij, questo screzio, o se preferite questo malinteso, sarebbe nato e finito lì. Secondo il difensore olandese, si è trattato solamente di uno scambio di vedute tra compagni di squadra, cosa che accadono molto spesso negli spogliatoi delle squadre di calcio. Quindi secondo De Vrij, non ci sarebbe nulla da commentare. 

Maldini: “Derby Milan Inter? E’ più stressante vederlo che giocarlo”.

”Il derby è più stressante vederlo che giocarlo”. E’ l’opinione del direttore tecnico del Milan, Paolo Maldini, a due giorni dalla stracittadina. ”La differenza è enorme – aggiunge Maldini – la partita giocata ti fa anche sfogare istinti, paure e preoccupazioni”.

L’importanza del derby di Milano è evidente ma Maldini ritiene più importante vincere trofei: ”È sempre una grande emozione, ma devo dire che l’importanza di questo derby non è superiore all’importanza che ha vincere qualcosa in questa stagione. In altre città il derby è ancora più importante perché le due squadre non sono mai arrivate ad obiettivi ancora più alti rispetto alla partita singola”.

”Di derby ne ho giocati tanti, credo più di 50. Sono stati tutti un po’ diversi: i primi giocati forse non al 100% anche perché la tensione a 18 anni è più difficile da gestire rispetto a quelli giocati a 35. In tutti questi derby ci sono state emozioni varie, forse quelli più emozionanti in assoluto sono stati quelli di Champions” (fonte Ansa).