Inter, Dzeko in pole. Zapata l’alternativa. Pro e contro di entrambi

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 26 Marzo 2019 17:40 | Ultimo aggiornamento: 14 Agosto 2019 10:32

Inter, Dzeko in pole. Zapata l’alternativa. Pro e contro di entrambi. Foto ANSA/ANGELO CARCONI

MILANO – Nonostante il riavvicinamento degli ultimi giorni, le strade di Mauro Icardi e dell’Inter si separeranno quasi certamente al termine della stagione. Questo tentativo di pace conviene ad entrambi. Icardi deve tornare in campo per guadagnarsi la convocazione alla Coppa America della prossima estate, l’Inter lo sta pagando e per questo motivo vuole utilizzarlo fino all’ultimo per conseguire l’obiettivo stagionale che è la qualificazione alla prossima Champions League. Al termine della stagione, i nerazzurri dovrebbero cederlo al miglior offerente (in questo momento la Juventus è in pole sul Napoli). 

Inter, Dzeko in pole per il dopo Icardi. Zapata prima alternativa

L’Inter è già proiettato al dopo Icardi. Lautaro Martinez, che sta brillando sia con i nerazzurri che con la Nazionale Argentina, è promosso a pieni voti ma naturalmente non basta in una rosa che deve essere competitiva su tre fronti (campionato, Europa e Coppa Italia). Per questa ragione i nerazzurri hanno deciso di acquistare anche un altro grande attaccante. In pole ci sarebbe Edin Dzeko. Il bosniaco ha rotto con la Roma, i malumori in campo ne sono la dimostrazione.

Dzeko vuole restare in Italia e l’Inter sarebbe un’ottima piazza per lui. I pro stanno nel costo del suo cartellino, che non è alto, e nella sua affidabilità ad alti livelli. La cosa più negativa è il suo ingaggio, che è molto alto. La prima alternativa a Dzeko è Duvan Zapata. Il colombiano conosce il nostro campionato, guadagna molto meno di Dzeko ma il suo cartellino costa moltissimo. L’Atalanta lo riscatterà a 26 milioni e vuole venderlo ad almeno 45 milioni di euro. Una cifra ritenuta troppo alta dai nerazzurri.