Inter, Eto’o: “Se battiamo il Chelsea vinciamo la Champions”

Pubblicato il 14 Marzo 2010 19:36 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2010 19:36

Ci sarà anche Wesley Sneijder sull’aereo che porterà l’Inter a Londra, ma l’olandese è rimasto a riposo a causa della febbre che gli ha impedito di allenarsi.

Josè Mourinho deve quindi preparare la sfida finora più importante della stagione con uno dei suoi giocatori fondamentali non nelle migliori condizioni, anche se nel pomeriggio le condizioni dell’olandese sono migliorate.

Anche al derby contro il Milan di gennaio Snejider arrivò dopo due giorni di febbre e la sua partita non durò neanche mezz’ora visto che venne espulso per proteste.

A Stamford Bridge l’Inter avrà bisogno di lui fino alla fine, visto che sarà tutt’altro che una gara semplice. Non ha problemi Mario Balotelli visto che non sente più i dolori dovuti all’infiammazione al ginocchio destro che gli hanno fatto saltare la trasferta di Catania.

Ma il giovane attaccante andrà quasi certamente in panchina visto che Mourinho si affiderà a Samuel Etòo, uno che ha vissuto più di una Champions League da protagonista. In un’intervista al News of The World, l’attaccante africano ha ricordato che il suo livello di gioco «si alza sempre in partite di questo genere», aggiungendo poi che «il Chelsea è favorito e la pressione è su di loro. Ogni minuto che passa senza che segnino loro avranno ancora più pressione. Ma non significa che noi ci difenderemo e basta, sarebbe un grave errore».

«Li attaccheremo dall’inizio e io credo che se vinceremo questa partita andremo a vincere la Champions League», ha spiegato Etòo che ha poi rivelato di aver parlato con Didier Drogba: «Gli ho detto che creeremo grandi problemi al Chelsea e che loro dovranno giocare la loro miglior partita stagionale per batterci». Nessun dubbio, comunque, da parte del camerunense: «La partita è nelle nostre mani e, se ci comportiamo come al nostro solito, non saremo eliminati».