Coppa Italia, Inter in semifinale: 2-1 alla Fiorentina, Eriksen è già un portafortuna

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 Gennaio 2020 23:01 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2020 23:01
 Inter in semifinale: 2-1 alla Fiorentina, Eriksen è già un portafortuna

Eriksen portafortuna, un minuto dopo il suo ingresso in campo, Barella ha segnato il gol qualificazione in Inter-Fiorentina 2-1 di Coppa Italia (fermo immagine dai social)

MILANO – Missione compiuta, l’Inter è tornato alla vittoria, battendo per due a uno la Fiorentina a San Siro, e si è qualificato per le semifinali di Coppa Italia dove affronterà il Napoli. Nell’altra semifinale, si sfideranno il Milan e la Juventus. Stasera l’Inter non ha solamente vinto ma ha anche fatto esordire l’ultimo arrivato Eriksen. Il calciatore è stato subito un portafortuna, è entrato al 66′ e la squadra ha segnato il gol vittoria un minuto dopo il suo ingresso in campo, al 67′. 

Coppa Italia, Inter: Barella ha steso la Fiorentina un minuto dopo il debutto di Eriksen.

La Fiorentina ha disputato una buona partita nonostante le assenze, quella di lunga data, Franck Ribery, e la defezione recente, quella di Gaetano Castrovilli, uscito dal campo per un malore durante la gara tra Fiorentina e Genoa.

Castrovilli, che è uscito dal campo per un terribile mal di testa, ha svolto gli accertamenti medici del caso ed oggi è tornato ad allenarsi ma non è ancora nelle condizioni ottimali per giocare. 

L’Inter ha sbloccato la partita al 44′ con Antonio Candreva su assist di Lautaro Martinez. L’attaccante argentino ha sfruttato un’uscita avventata di Terracciano per servire Candreva che non ha avuto problemi ad insaccare a porta praticamente vuota. 

Pareggio della Fiorentina al 60′. Caceres ha segnato di testa su cross di Pulgar da calcio d’angolo. Tutto questo grazie ad una dormita della difesa dell’Inter. Dopo l’ingresso in campo di Eriksen, al debutto con la nuova maglia, i nerazzurri hanno segnato il gol qualificazione al 67′ con Barella. 

L’ex calciatore del Cagliari ha raccolto una respinta corta della difesa della Fiorentina e ha battuto Terracciano con un gran destro al volo. Grazie a questo successo, l’Inter resta in corsa su tre fronti: scudetto, coppa Italia e Europa League.