Inter, Icardi titolare con il Genoa. Spalletti si rimangia tutto dopo due giorni

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 2 aprile 2019 12:38 | Ultimo aggiornamento: 2 aprile 2019 13:29
inter icardi spalletti

Inter, Icardi titolare con il Genoa. Spalletti si rimangia tutto dopo due giorni

ROMA – Icardi gioca. E lo farà dal primo minuto in Genoa-Inter. A mettere il punto finale sul caso che ha monopolizzato conferenze stampa, interviste, articoli, ci ha pensato Luciano Spalletti. Proprio lui che nemmeno quarantotto ore fa dopo la sconfitta interna contro la Lazio aveva definito ai microfoni di Sky Sport il suo attaccante un “giocatore normale”, uno che non meritava la convocazione per come si era comportato. Oggi il dietrofront. Icardi è convocato e tornerà titolare dopo due mesi. Anzi, “Icardi per noi è più importante, quando è dentro il campo, di Messi e Ronaldo assieme” sentenzia Spalletti.

“Marotta ha svolto un lavoro determinante per dare modo a tutte le parti in causa di arrivare ad un confronto reale e non virtuale – ha detto Spalletti nella conferenza stampa -. Un confronto che mette nelle condizioni il giocatore di essere d’aiuto alla squadra. Se la mediazione è stata richiesta per chiedere delle condizioni allora è tutto più complicato. C’è la squadra, c’è la tifoseria, c’è l’allenatore e tutte queste componenti hanno cuore, occhi e orecchie e un valore effettivo di questa lettura e di questo confronto”.

Da qui a fine maggio per i nerazzurri testa solo sull’obiettivo primario – qualificazione Champions – e basta strappi, basta polemiche, basta bufere pubbliche come quella post-Lazio. La linea guida di Suning sul caso Icardi è questa: la società Inter ha lavorato per far rientrare la querelle. Ora per l’Inter ci saranno nove partite per chiudere la stagione e stringersi la mano, probabilmente per poi salutarsi e congedarsi.