Inter/ Inizia il ritiro. Mourinho deluso: “Mi aspettavo una campagna acquisti migliore”

Pubblicato il 10 Luglio 2009 15:30 | Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2009 21:46

BAST100709SPO_0020Un po’ di delusione non la nasconde. José Mourinho, al ritrovo dell’Inter ad Appiano Gentile, ammette che la rosa che si ritrova dopo le vacanze non era quella che si aspettava: «Non è la squadra che sognavo due mesi fa. Quindi gli obiettivi saranno adattati a questa realtà. Miracoli non ne posso fare. Non sono Merlino o Harry Potter. Sarebbero dovuti arrivare 4 giocatori, per ora abbiamo preso solo Thiago Motta e Milito, ma d’altronde – dice il portoghese – abbiamo ceduto solo giocatori in prestito o a fine contratto». Fa capire, insomma, che con nessun introito dalle cessioni non poteva certo aspettarsi nuovi capitali dalla società. E dunque si mostra conciliante: «Sono tranquillo, non arrabbiato. Siamo troppi, questo è innegabile. 28 giocatori non mi servono, è inutile lavorare con dei professionisti che sanno che non conto su di loro».

Dei singoli non parla molto, si rifiuta di commentare le voci su un possibile arrivo di Pavel Nedved. Apre una parentesi solo su Quaresma: «Per anni è stato il miglior giocatore del Portogallo. Merita una seconda chance per mostrare il suo valore». Infine, torna il tormentone sul trofeo che l’Inter insegue da 44 anni: «Certo che puntiamo sulla Champions League, penso che possiamo vincerla. Anche se dobbiamo ammettere che siamo attualmente inferiori rispetto alle migliori 3-4 squadre d’Europa».