Inter-Juve 1-1, prima il capolavoro di Nainggolan poi Cr7 segna 600° gol in carriera

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 27 aprile 2019 22:25 | Ultimo aggiornamento: 28 aprile 2019 8:20
Inter-Juve 1-1, prima il capolavoro di Nainggolan poi Cr7 segna 600° gol in carriera

Inter-Juve 1-1, prima il capolavoro di Nainggolan poi Cr7 segna 600° gol in carriera. Foto ANSA/MATTEO BAZZI

MILANO – Anticipo del sabato del campionato italiano di calcio di Serie A, Inter-Juventus 1-1, gol: Radja Nainggolan al 6′ e Cristiano Ronaldo al 62′.

Il derby d’Italia è terminato in parità. L’Inter ha chiuso il primo tempo in vantaggio grazie ad una rete capolavoro di Radja Nainggolan, che è entrato finalmente nel cuore dei tifosi nerazzurri, ma la Juve ha pareggiato i conti nella ripresa con il 600° gol in carriera di Cristiano Ronaldo. Nainggolan ha segnato con un destro al volo impressionante da fuori area di rigore ed al momento del cambio, nella ripresa, ha ricevuto una standing ovation da parte dei tifosi dell’Inter.

Nella ripresa, Cristiano Ronaldo ha pareggiato i conti dopo una magia con il tacco di Miralem Pjanic. Cristiano Ronaldo ha battuto Samir Handanovic con un sinistro imprendibile. Per la Juve, che era già campione d’Italia, questa partita aveva il valore di una amichevole di lusso contro i rivali di sempre, per l’Inter, invece, è stata l’opportunità di tenere a distanza la Roma. Grazie a questo pareggio, i nerazzurri si sono portati a più quattro sui giallorossi quarti in classifica in attesa degli impegni di Atalanta e Milan. 

Inter-Juventus 1-1, Cristiano Ronaldo ha risposto a Radja Nainggolan. 

Prima della partita, i tifosi dell’Inter hanno alzato al cielo i detersivi Ajax in segno di sfottò per l’eliminazione della Juventus dalla Champions League per mano del club olandese (qui la foto). L’Inter ha sbloccato il derby d’Italia al primo affondo. Radja Nainggolan ha raccolto assist di Politano, dopo una respinta corta della difesa della Juventus, e ha insaccato con un gran destro al volo da fuori area di rigore. Sorpreso Szczesny.

Al 10′, Bernardeschi fugge sulla corsia di destra e fa partire un tiro cross che termina sul fondo. Handanovic era sulla traiettoria. All’11’, Vecino ha messo in porta Icardi. L’argentino ha calciato con il sinistro ma Szczesny ha deviato la palla in calcio d’angolo. Al 29′, l’Inter ha sfiorato il 2-0. Icardi ha calciato a botta sicura da due passi ma Matuidi si è opposto con il corpo salvando la sua squadra dalla seconda rete al passivo. Il primo tempo è terminato sul punteggio di Inter-Juventus 1-0 con gol di Radja Nainggolan. 

Al 47′, Cuadrado sbatte su Brozovic nell’area di rigore dell’Inter ma non è fallo proprio perché è il colombiano a cercare il contatto. Al 48′, Alex Sandro esce per infortunio ed al suo posto entra in campo Spinazzola. Al 56′, Ivan Perisic ha fatto partire un gran sinistro da fuori area di rigore sfiorando il gol. Szczesny era sulla traiettoria ma non c’era arrivato. Il pallone è uscito di un soffio. 

Al 60′, Moise Kean è entrato in campo al posto di un deludente Blaise Matuidi. Allegri aumenta la pericolosità offensiva della sua squadra. Al 61′, Cristiano Ronaldo ha calciato a botta sicura ma de Vrij ha smorzato la sua conclusione permettendo a Samir Handanovic di bloccare la sfera senza alcun problema. Al 62′, Cristiano Ronaldo ha pareggiato i conti segnando il suo 600° gol in carriera con squadre di club. Cr7 ha segnato con il sinistro dopo un assist smarcante con il tacco di Miralem Pjanic. 

Al 71′, Perisic ha chiuso un bel triangolo con Mauro Icardi e si è presentato davanti a Szczesny ma ha sparato alle stelle. Al 73′, Nainggolan è uscito tra gli applausi dei tifosi dell’Inter ed è entrato in campo al suo posto Borja Valero. All’85’, Allegri fa esordire in Serie A Pereira. Il calciatore è entrato in campo al posto di Federico Bernardeschi. E’ finita, Inter e Juventus hanno pareggiato per 1-1. 

Inter-Juventus, le scelte di Luciano Spalletti e Massimiliano Allegri. 

Inter-Juventus, a San Siro il 172° Derby d’Italia di Serie A. Ecco le formazioni ufficiali scelte da Luciano Spalletti e Massimiliano Allegri.

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 6 de Vrij, 37 Skriniar, 18 Asamoah; 8 Vecino, 77 Brozovic; 16 Politano, 14 Nainggolan, 44 Perisic; 9 Icardi.
A disposizione: 27 Padelli, 5 Gagliardini, 10 Lautaro, 11 Keita, 13 Ranocchia, 15 Joao Mario, 20 Borja Valero, 21 Cedric Soares, 23 Miranda, 29 Dalbert, 87 Candreva.
Allenatore: Luciano Spalletti.

JUVENTUS: 1 Szczesny; 23 Emre Can, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 20 Cancelo, 16 Cuadrado, 5 Pjanic, 14 Matuidi, 12 Alex Sandro; 33 Bernardeschi, 7 Ronaldo.
A disposizione: 21 Pinsoglio, 32 Del Favero, 2 De Sciglio, 15 Barzagli, 18 Kean, 24 Rugani, 35 Matheus Pereira, 37 Spinazzola; 41 Nicolussi Caviglia.
Allenatore: Massimiliano Allegri.

Arbitro: Luca Banti.
Assistenti: Vuoto, Manganelli.
IV uomo: Doveri.
Assistenti VAR: Mazzoleni, Ranghetti.