Inter-Manchester City

Pubblicato il 1 Agosto 2010 1:57 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2011 11:18

Inter-Manchester City diretta live streaming, clicca qui.

Il profilo del tecnico Roberto Mancini del Manchester City:

La prima stagione, 2004-2005, di Roberto Mancini sulla panchina dell’Inter coincide con il ritorno alla vittoria di un trofeo per i nerazzurri dal 1998, quando si aggiudicarono la Coppa UEFA. In campionato la squadra incappa in una serie di pareggi ed a novembre è lontana dalla lotta per lo scudetto. In Champions League viene eliminato ai quarti con il Milan. A fine stagione arriva la vittoria della Coppa Italia contro la Roma. La sua seconda stagione da allenatore del club nerazzurro, 2005-2006, si apre con la vittoria nella Supercoppa italiana in finale contro la Juventus, battendo i bianconeri a Torino per 1-0 grazie alla rete di Verón nei tempi supplementari. In campionato però la squadra a dicembre è già fuori dalla corsa scudetto ma il titolo di Campione d’Italia viene però assegnato all’Inter per decisione della FIGC, all’esito dei giudizi disciplinari relativi allo scandalo del calcio italiano. In Champions League arriva una cocente eliminazione ai quarti di finale contro il Villareal. A fine stagione arriva la vittoria nella Coppa Italia (in finale contro la Roma).

La sua terza stagione sulla panchina nerazzurra si apre con la vittoria nella Supercoppa italiana con l’Inter, che batte la Roma con una fantastica rimonta da 0-3 al 4-3 finale nei tempi supplementari. Arriva anche la vittoria sul campo di uno scudetto che mancava ai nerazzurri dal 1989, scudetto vinto con grande margine sulle avversarie e il record europeo di 17 vittorie consecutive in campionato. In Champions League l’eliminazione arriva per mano del Valencia che ha la meglio sull’Inter grazie ad un doppio pareggio (2-2 a Milano 0-0 al ritorno). La partita di ritorno si conclude con una turbolenta rissa tra i giocatori delle due squadre, alcuni dei quali vengono anche squalificati dall’Uefa.

La quarta stagione di Roberto Mancini sulla panchina nerazzurra si apre con la sconfitta nella Supercoppa italiana contro la Roma per 1-0 (rigore nel finale). In campionato la squadra ha una grande partenza ed accumula ben 11 punti di vantaggio sulla Roma, ma nel girone di ritorno la squadra accusa un imponderabile calo, anche a causa di numerosi infortuni che hanno decimato la rosa e costretto l’allenatore a schierare diversi giocatori della primavera. Lo scudetto viene comunque conquistato nell’ultima giornata sul campo del Parma grazie a una grande prestazione dell’attaccante svedese Ibrahimovic. In Champions League l’eliminazione avviene per mano del Liverpool (sconfitta per 2-0 a Liverpool e per 1-0 nel ritorno). L’11 marzo, nella conferenza stampa successiva alla sconfitta (e conseguente eliminazione dalla Champions League) subita in Inter-Liverpool 0-1 (andata 0-2), Mancini annuncia le sue dimissioni al termine della stagione, salvo poi tornare sui suoi passi.

Il 18 maggio Mancini vince il terzo scudetto sulla panchina nerazzurra e poco dopo perde la finale di Coppa Italia contro la Roma. Nei giorni seguenti, però, si fa sempre più concreta l’ipotesi di un suo allontanamento da parte della dirigenza. Il 29 maggio, infatti, viene esonerato dall’incarico. Un comunicato ufficiale del sito internet dell’Inter adduce come motivazione per l’esonero le dichiarazioni rese dal tecnico dopo l’incontro Inter-Liverpool in Champions League dell’11 marzo precedente.

Rafa Benitez

Alle accuse da parte della società di aver intrattenuto rapporti inadeguati con pregiudicati, Mancini ha dichiarato di sentire offeso il proprio onore e di aver dato mandato al suo legale di tutelare la propria immagine.
Il 2 giugno al suo posto è subentrato il tecnico portoghese Mourinho.

Il 30 ottobre 2009 risolve, consensualmente alla proprietà interista, il contratto che lo legava al club milanese sino al 2012, percependo una liquidazione di 8 milioni di euro.