Inter, Marotta: “I gol di Icardi non ci sorprendono, è ancora nostro…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Ottobre 2019 20:00 | Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2019 21:22
Inter Marotta gol Icardi Psg non ci sorprendono

Inter, Marotta nella foto Ansa

MILANO – Ai microfoni di Sky Sport, nel pre partita del Meazza, l’Amministratore Delegato Area Sport dell’Inter Giuseppe Marotta ha parlato prima della partita valida per la terza giornata della fase a gironi di Champions League contro il Borussia Dortmund.

 

 

Tra i temi toccati, anche quello riguardante Icardi, al Paris Saint-Germain, ma ancora di proprietà dell’Inter; è una buona notizia anche per l’Inter tutti questi gol che sta facendo con la squadra francese?

Noi non avevamo dubbi sulle qualità di Icardi, abbiamo fatto semplicemente una scelta, abbiamo attuato una politica del cambiamento. Questo non significa sottovalutare le sue capacità o il suo valore. Era una scelta strategica, che abbiamo motivato più di una volta. È un giocatore che ancora oggi è di nostra proprietà, quindi, lo guardiamo con grande attenzione, considerando anche che abbiamo, comunque, un reparto offensivo che, non solo nel campionato italiano, si è espresso  con dei numeri importanti. Siamo il secondo attacco della Serie A, che esprime un valore assolutamente di alto livello.

 

Il discorso Icardi non è legato alle sue qualità o alla sua capacità realizzativa, ma ad altri problemi, evidenziati durante la scorsa stagione

Esatto, esatto.

“Il Borussia Dortmund una finale per l’Inter? Parlare già di finale mi sembra esagerato. E’ una partita importante, contro una squadra forte. Ma è una partita. Le finali arrivano dopo”: lo dice Antonio Conte alla vigilia della sfida al Borussia Dortmund. I nerazzurri hanno un solo punto, guadagnato nel pari contro lo Slavia Praga. Sabato in campionato l’Inter ha vinto contro il Sassuolo ma rischiando molto nei minuti finali.

“Non abbiamo avuto molto tempo per recuperare, abbiamo solo oggi per preparare la partita. Abbiamo visto molti video – spiega l’allenatore – lavorato su alcune situazioni. Non dobbiamo perdere palloni, perché abbiamo subito tre gol col Sassuolo in palle perse su fase di costruzione nostra. Il Borussia ha giocatori veloci e possono fare male in campo aperto”.

“Con Dortmund per non avere rimpianti” – ”Non so se ripetere la prestazione di Barcellona basterà per vincere. Dobbiamo dare tutto e non avere rimpianti a fine partita”: lo dice il tecnico dell’Inter Antonio Conte alla vigilia della partita di Champions contro il Borussia Dortmund.

”Dobbiamo giocare al massimo delle nostre possibilità. E’ un torneo difficilissimo – aggiunge – e stiamo cercando di iniziare un percorso anche in Champions. Non abbiamo tantissima esperienza ma vogliamo giocare la partita senza avere rimpianti”.

“Non vogliamo aspettare schiaffoni ma darli” – ”Ormai siamo partiti con la nostra idea di calcio e non torniamo indietro altrimenti significa mettersi in undici dietro la linea della palla e aspettare schiaffoni. Invece vogliamo darli”: lo dice il tecnico dell’Inter Antonio Conte alla vigilia della partita di Champions contro il Borussia, rispondendo ad una domanda sulle difficoltà riscontrate da Godin in alcune situazioni di gioco nella difesa a tre.

”E’ cambiato il modo di giocare per lui – spiega l’allenatore – non parlo solo di sistema ma di ‘idea’. Sta lavorando tanto da un punto di vista tattico e fisico e come per gli altri giocatori sono contentissimo della loro disponibilità”.

Anche Lazaro non ha convinto. E in conferenza stampa gli viene chiesto se sta valutando la possibilità di avanzarlo come esterno d’attacco: ”Ti ringrazio del consiglio, magari un giorno di darò anche io un consiglio su un articolo”, risponde piccato Conte che poi spiega: ”Lo abbiamo acquistato dall’Herta e dobbiamo mettere in preventivo delle difficoltà. Diamogli tempo” (fonti Ansa e Sky Sport).