Inter-Roma: tifoso nerazzurro accoltellato dopo il match

Pubblicato il 6 Maggio 2010 11:00 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2010 11:04

Coppa Italia

Un tifoso interista è stato aggredito, la scorsa notte, da quattro ultrà romanisti che lo hanno ferito alla coscia sinistra con una coltellata.

E’ successo poco dopo l’una in viale di Tor di Quinto. Trasportato all’ospedale Santo Spirito, il giovane è stato dimesso con una prognosi di 10 giorni mentre i suoi aggressori sono fuggiti prima dell’arrivo dei carabinieri.

E’ quindi con un tifoso accoltellato, sette arresti e 11 denunce che si chiude il bilancio dei controlli, prima e degli scontri poi, per la finale della Coppa Italia disputata ieri sera a Roma. Grande l’impegno di polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili urbani nell’imponente dispositivo di sicurezza organizzato per l’evento. Oltre alle operazioni di filtraggio dei tifosi all’ingresso prima del fischio di inizio della partita, fase in cui un pregiudicato napoletano di 30 anni è stato arrestato dai carabinieri per inottemperanza al provvedimento del Daspo. Al termine dell’incontro le forze dell’ordine hanno dovuto fronteggiare, all’altezza di largo De Bosis, un centinaio di tifosi romanisti che alla vista delle divise ha iniziato un fitto lancio di sassi e bottiglie. Negli scontri è rimasto ferito un carabiniere dell’8 Reggimento Lazio che ha riportato lesioni giudicate guaribili in 15 giorni.

Al termine degli scontri sei teppisti sono stati arrestati dalla polizia di Stato con le accuse di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e altri sei minorenni denunciati per gli stessi reati. Altri quattro tifosi sono stati denunciati invece perché hanno tentato di scavalcare cancelli e tornelli all’inizio dell’incontro, così come è stato denunciato l’uomo che ha invaso il campo dell’Olimpico al termine della finale di coppa e subito bloccato dagli agenti in borghese del commissariato Prati.