Inter, sfogo Conte. Capello: “Panni sporchi si lavano in famiglia”. Mazzola: “Mi ha stupito…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 6 Novembre 2019 17:38 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2019 17:38
Inter sfogo Conte Capello Mazzola Boninsegna si dividono

Inter, Antonio Conte nella foto Ansa

MILANO – L’Inter ha perso contro il Borussia Dortmund compromettendo seriamente il suo cammino stagionale in Champions League. Al termine del match Conte ha accusato la società di non avergli fornito una rosa in grado di competere su tre fronti (campionato, Champions League e Coppa Italia). Questo suo sfogo ha lasciato tutti a bocca aperta. Capello lo ha criticato apertamente durante il post partita su Sky Sport, mentre Mazzola si è detto stupito. L’unico ad aver dato ragione a Conte  è stato Boninsegna. 

Fabio Capello a Sky Sport. Le sue dichiarazioni sono riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Io non avrei mai detto quelle cose davanti ai microfoni, fossi la società lo chiamerei e gli direi che i panni sporchi si lavano in famiglia. Magari l’Inter sperava di incassare subito i soldi di Icardi dal Paris Saint-Germain”.

Mazzola si è detto stupito, ha riconosciuto la necessità di intervenire sul mercato di gennaio ma ha anche criticato l’allenatore per la rimonta subita dal Dortmund. Le sue parole ad AdnKronos sono state pubblicate dalla Gazzetta dello Sport: “Sono rimasto davvero stupito dalle sue parole ieri sera, secondo me ha sbagliato. In questi casi non si dovrebbe mai parlare alla stampa ma affrontare il problema a microfoni spenti.

Tra l’altro quando vinci 2-0 e perdi 3-2 qualche colpa sarà anche sua. Al di là dei modi sbagliati, io penso che qualcosa nel mercato di gennaio vada fatto: serve un centrocampista e magari un’alternativa a Lukaku in attacco ma solo se di qualità. 

Passare al prossimo turno di Champions League? Sicuramente è dura ma i giocatori hanno le qualità. In queste partite decisive è fondamentale avere nervi saldi, se le gambe tremano contro il Barcellona sei fritto…”.

L’unico ad essersi schierato dalla parte di Conte è Boninsegna, ex attaccante dell’Inter degli anni ’70. Le sue dichiarazioni sono riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Conte ha assolutamente ragione, non si affrontano partite del genere senza ricambi, è giusto, sono d’accordo con lui, la rosa non è completa. L’Inter deve andare sul mercato. Faccio un esempio: l’unica punta è Lukaku: se si fa male lui? Nel frattempo la Juventus ha tre o quattro punte. Credo che Conte abbia assolutamente ragione a criticare la società”.