Calciomercato Inter: Filip Djordjevic è fatta. Alvaro Pereira in Brasile

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 gennaio 2014 16:50 | Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2014 16:50
Calciomercato Inter Filip Djordjevic è fatta. Alvaro Pereira in Brasile (LaPresse)

Calciomercato Inter Filip Djordjevic è fatta. Alvaro Pereira in Brasile (LaPresse)

MILANO – Il calciomercato dell’Inter prende corpo. In una sola giornata la dirigenza nerazzurra ha pressoché chiuso due operazioni, una in entrata e una in uscita. I nerazzurri hanno trovato un accordo con il San Paolo per il prestito oneroso di un anno e mezzo di Alvaro Pereira, i brasiliani avranno il diritto di riscatto del cartellino fissato a sette milioni.

Contemporaneamente Piero Ausilio ha definito l’acquisto dal Nantes di Filip Djordjevic, attaccante del Nantes e della nazionale serba in scadenza di contratto a giugno. L’attaccante aveva un accordo di massima con la Lazio per sbarcare a Roma a parametro zero in vista del prossimo campionato, ma l’Inter ha agito d’anticipo.

Proprio oggi Ausilio ha incontrato l’agente Fifa Alessandro Lucci, con cui ha definito l’operazione. Vista l’imminente scadenza del contratto con il Nantes il giocatore dovrebbe essere acquistato per una cifra attorno al milione di euro. Il direttore sportivo dell’Inter ha incontrato anche Christian Chivu, fermo dall’estate scorsa per un’operazione a un piede.

L’accordo tra il difensore e i nerazzurri scadrà alla fine di questa stagione e non verrà rinnovato, è possibile che le parti trovino un accordo per ‘uscire’ dal contratto con qualche mese d’anticipo. Nel frattempo per la squadra si avvicina la prima giornata del girone di ritorno contro il Genoa. Walter Mazzarri, in questi giorni, ha provato più volte la soluzione con Palacio e Milito in allenamento insieme ad Alvarez.

Due le possibilità: una partenza dal 1′ con il trio argentino in avanti oppure una conferma del modulo a una sola punta per avere Milito più fresco a partita in corso. Avversario dell’Inter sarà Gian Piero Gasperini, allenatore del Genoa con un breve passato in nerazzurro.

”All’Inter manca il concetto di squadra, senza ‘Calciopoli’ avrebbero continuato a non vincere”, ha detto oggi il tecnico genoano, evidentemente amareggiato per l’esonero subito nel 2011. Parole alle quali non ha replicato alcun nerazzurro. ”Ci sono altre persone che potranno farlo al mio posto”, ha detto oggi Jonathan a Sky Sport.