Calciomercato Inter, Hernanes: presentata offerta alla Lazio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 gennaio 2014 19:14 | Ultimo aggiornamento: 28 gennaio 2014 19:15
Calciomercato Inter, Hernanes: presentata offerta alla Lazio (LaPresse)

Calciomercato Inter, Hernanes: presentata offerta alla Lazio (LaPresse)

MILANO – L’Inter si tuffa su Hernanes. Secondo quanto trapelato in queste ultime ore i nerazzurri avrebbero offerto alla Lazio 10 milioni più l’intero cartellino di Ibrahima Mbaye per acquistare il centrocampista brasiliano in questa finestra di calciomercato.

L’agente di Fredy Guarin Marcelo Ferreyra vuole incontrare Thohir per definire il futuro del centrocampista colombiano:

Voglio chiedere a Thohir di riservare cinque minuti a Guarin – ha detto Ferreyra – chiedo per favore un incontro privato per parlare della situazione che lo riguarda. Non siamo stati noi a fare la trattativa, da quel giorno nessun dirigente ha più chiamato me o Guarin. Fredy, insieme a sua moglie e i suoi figli, non sta vivendo bene questa situazione, lui si allena sempre ma vuole capire dalla società cosa deve fare. Altri contatti con la Juventus? Non stiamo parlando con nessun altro club al mondo, chiediamo solo a Thohir per spendere due minuti per Guarin”.

”Vucinic? Non so niente perché si occupa Thohir di questa cosa. Parlerà lui direttamente con la Juve. E’ qui a posta e stiamo vedendo cosa si può fare per la squadra. Non ho idea a che punto sia la trattativa: valuteranno i presidenti tra di loro”.

Così Marco Fassone, direttore generale dell’Inter, si è espresso riguardo la possibile riapertura della trattativa tra nerazzurri e Juventus per portare a Milano l’attaccante montenegrino.

Fassone, sulla protesta dei tifosi, è sembrato amareggiato, ma anche combattivo: “Dispiace molto per la contestazione, ma chi fa il dirigente in Italia nel calcio sa che cose del genere possono succedere. Bisogna avere le spalle larghe, credere nei progetti e portarli avanti fino in fondo. Non viene lo scoramento o la voglia di lasciare per queste situazioni. Ognuno fa il suo lavoro e bisogna andare avanti così”.