Calciomercato Inter: Matri, D’Ambrosio, Borriello. Thohir: “Non sono Superman”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 gennaio 2014 12:18 | Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2014 12:19
Calciomercato Inter: Matri, D'Ambrosio, Borriello. Thohir: "Non sono Superman" (LaPresse)

Calciomercato Inter: Matri, D’Ambrosio, Borriello. Thohir: “Non sono Superman” (LaPresse)

MILANO – Erick Thohir chiede pazienza. Il progetto per riportare l’Inter agli antichi splendori richiede tempo, due o tre anni.

Non sono Superman, è impossibile – dice Thohir in un’intervista a Inter Channel – cambiare tutto in sessanta giorni”. Una risposta a chi chiedeva un intervento deciso della società, per rialzare la testa dopo le sconfitte contro Lazio e Udinese.

”Abbiamo – aggiunge il magnate indonesiano – tre obiettivi: risanare il club, accompagnare la squadra in questo periodo di transizione e aprirci al mercato internazionale”. Il concetto della ”stagione di transizione” Thohir lo ripete più volte, per confermare quanto dichiarato recentemente da Mazzarri: ”L’allenatore vuole giocatori da Inter, ne stiamo osservando alcuni e abbiamo delle trattative in corso, ma per ricostruire la squadra ci vogliono due o tre anni. Non vogliamo giocatori che non servono per il nostro futuro”.

Il presidente conferma dall’Indonesia di avere ”fiducia nel tecnico e nella dirigenza, con cui ho contatti quasi tutti i giorni”. Sottolinea che ”la distanza non è un problema” ma annuncia che sarà ”molto spesso in Italia, alla fine di questo mese e anche dei prossimi”.

Sarà quindi presente per la fase conclusiva del calciomercato invernale, nel quale non sono attesi grandi stravolgimenti. L’arrivo di D’Ambrosio dovrebbe essere definito la prossima settimana, manca l’accordo con il Torino sulla contropartita tecnica da girare ai granata. Quasi contemporaneamente lasceranno la squadra Wallace (atteso al ritorno al Chelsea) e Pereira (in prestito al Marsiglia). Sempre in prestito potrebbe arrivare Borriello, ma circolano voci riguardanti un possibile scambio Kuzmanovic-Matri con il Milan.

E mentre Thohir parla in tv, Massimo Moratti ha fatto visita ad Appiano Gentile. Un tentativo, quello del presidente onorario, di dare un segnale di vicinanza a squadra e tecnico a due giorni dalla sfida di campionato contro il Chievo.

Nelle quattro ore passate alla Pinetina, accanto al figlio Angelomario e al direttore tecnico Marco Branca, Moratti ha parlato con Mazzarri e seguito l’allenamento da bordo campo. Ha potuto così constatare il rientro in gruppo di Taider sulla via del recupero, ma non abbastanza da poter essere convocato per la gara di lunedì sera.