Inter-Sparta Praga 2-1. Video gol highlights, foto e pagelle. Eder doppietta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 dicembre 2016 23:47 | Ultimo aggiornamento: 8 dicembre 2016 23:51
Inter-Sparta Praga diretta live. Formazioni ufficiali a breve

Inter-Sparta Praga diretta live

MILANO – E’ un successo che vale per la statistica e, solo in parte, a riconciliarsi con la tifoseria. L’Inter ha battuto questa sera lo Sparta Praga per 2-1 nell’ultima partita del gruppo K di Europa League. Eder ha firmato una doppietta al 23′ e al 90′.

I cechi avevano pareggiato con Marecek al 54′ e poi avevano sprecato l’opportunita’ di passare in vantaggio con Dockal che al 65′ si e’ fatto parare un rigore da Carrizo.

Nonostante la sconfitta lo Sparta Praga ha chiuso il girone al primo posto e, assieme all’Hapoel Beer Sheva, accede ai sedicesimi di Europa League. Competizione che invece l’Inter, ultima in classifica, lascia mestamente.

“Non era un’Inter sperimentale, e’ un’Inter che ha cercato di fare la partita, con attenzione, generosita’ e lucidita’. Ha fatto cose buone, anche se dobbiamo crescere in alcune occasioni, diventando piu’ veloci e piu’ efficaci. Pinamonti? E’ molto giovane ma con ottime qualita’, soprattutto, non e’ facile tra i ragazzi d’oggi, ha la testa sulle spalle, e’ umile e molto serio. E’ destinato a un ottimo futuro”.

Stefano Pioli lo dice dopo il 2-1 allo Sparta Praga con cui si e’ conclusa l’avventura dell’Inter in Europa League. “La difesa a 3? Siamo alla ricerca di una squadra piu’ equilibrata ed efficace in entrambe le fasi, puo’ essere una delle soluzioni, sceglieremo quella che riterremo la piu’ utile ed efficace per far rendere al meglio la nostra squadra – aggiunge il tecnico nerazzurro ai microfoni di Sky Sport -. Questo gruppo apprende, fa, lavora molto bene durante il quotidiano, per larghi tratti troviamo le situazioni provate, abbiamo il predominio, equilibrio, posizioni importanti, poi pero’ basta un episodio negativo dentro la partita, che puo’ succedere visto che non siamo la squadra migliore d’italia, e in quei momenti bisogna saper soffrire mantenendo la lucidita’. Invece sappiamo soffrire poco, quando succede perdiamo movimenti, distanze, posizioni e diventa tutto piu’ difficile”.

Tornando al match perso clamorosamente in Israele e che ha sancito l’eliminazione dall’Europa League, Pioli ammette che “il rammarico c’e’, abbiamo impattato molto bene la partita in Israele con una squadra uscita dai preliminari di Champions uscendo con il Celtic sbagliando un rigore al 92′; non era semplice ma eravamo superiori, abbiamo fatto l’errore di pensare che fosse finita al 45′ e l’abbiamo pagata cara”.

Guardando al futuro e al mercato di gennaio in particolare, l’ex allenatore della Lazio sottolinea che “29 giocatori sono tanti, la societa’ ne e’ consapevole e io pure, sara’ necessario ridurre il numero perche’ voglio star bene con i miei giocatori, ma se ne ho tanti faccio fatica. Gabigol? Credo che il club adottera’ e scegliera’ le strategie migliori per la squadra e per i singoli giocatori. Credo che qui si parli sempre di chi non gioca, dobbiamo pensare di squadra e c’e’ un allenatore che ha tante soluzioni e cerca di schierare i piu’ affidabili e pronti. Se non e’ stato scelto e’ perche’ meno pronto di altri suoi compagni”. E infine: “Guardo il lato positivo: lavorare senza impegni infrasettimanali dovra’ essere un vantaggio da sfruttare, preparando una partita a settimana tranne quando si giochera’ per la Tim Cup, obiettivo importantissimo”.

Inter batte Sparta Praga 2-1 (1-0) nell’ultima giornata di Europa League. Pagelle e tabellino.  INTER (3-4-3): Carrizo 6.5, Andreolli 5.5, Ranocchia 5.5, Murillo 6, Biabiany 5.5, Ansaldi 5.5, Melo 6, Miangue 6, Eder 6.5, Pinamonti 6 (35′ st Bakayoko 6), Palacio 6 (1′ st Perisic 5.5) (46 Berni, 21 Santon, 55 Nagatomo, 91 Zonta, 94 Yao) All. Pioli 6.

SPARTA PRAGA (4-4-1-1): Koubek 5.5, Karavaev 5.5, Mazuch 5.5, Kadlec 6, Costa 6, Julis 5.5 (44′ st Dudl sv), Holek 6, Marecek 6, Cermak 6 (34′ st Sacek 5.5), Dockal 6, Lafata 5.5 (29′ st Pulkrab 5.5) (27 Miller, 45 Havelka, 46 Kadlec) All. Svoboda 6.

Arbitro: Vertenten 5.5 Reti: nel pt 23′ Eder, nel st 9′ Marecek, 45′ Eder Recupero: 1′ e 3′ Angoli: 4 a 0 per lo Sparta Praga Ammoniti: Ranocchia per gioco falloso Spettatori: 14.856.

***I GOL: – 23′ pt: cross di Miangue, aggancia in area Pinamonti che serve Eder, il primo tentativo viene respinto da Koubek poi sempre Eder ribadisce in rete.

– 9′ st: pennellata di Dockal per Marecek che indisturbato di testa batte Carrizo. – 45′ st: girata di Eder dal limite dell’area che calcia angolato e firma la doppietta.
Inter-Sparta Praga 2-1 video gol highlights e foto.  

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other