Inter-Tottenham. Gol-vittoria di Vecino, telecronisti Sky impazziscono nemmeno fosse una finale Champions

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2018 9:30 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2018 10:26
Inter-Tottenham. Gol-vittoria di Vecino, telecronisti Sky impazziscono nemmeno fosse una finale Champions

Inter-Tottenham. Gol-vittoria di Vecino, telecronisti Sky impazziscono nemmeno fosse una finale Champions

ROMA – Sì, vincere in rimonta all’ultimo minuto dà più soddisfazione: quando Vecino ha segnato il 2 a 1 dell’Inter contro il Tottenham un San Siro già bollente è giustamente impazzito di gioia. I tifosi nerazzurri da casa anche, era la prima in Champions League, un ritorno atteso da anni: a seguire la diretta di Sky, però, sembrava di aver assistito al gol decisivo di una finale di Coppa del Mondo. Con i telecronisti che davano di matto sul serio.

“Mamma miaaaaa, Vecino l’ha ripresaaaaa” urlava Riccardo Trevisani, “manicomio più totale”, strillava tarantolato con grammatica incerta. Daniele Adani, commentatore di solito competente e misurato, gli faceva eco accanto, esaltando Vecino “uomo del destino” perché già aveva regalato all’Inter la qualificazione alla fine dello scorso campionato. “Non è possibile” gridavano all’unisono, forse dimentichi dell’obbligo ovvio per uno sportivo a provarci fino alla fine.

E giù con i peana sulla “garra charruaaaa” uruguagia per magnificare “testa, cuore e palle” dei calciatori uruguaiani che per manifesta, dobbiamo supporre, superiorità antropologica riescono a vincere le partite all’ultimo respiro.  Tre punti importantissimi, non c’è che dire, ma insomma siamo pur sempre nella fase a gironi, mancano altre 5 partite e sono a disposizione altri 15 punti per l’assalto agli ottavi di finale.

Un di più di enfasi, un supplemento emozionale come si dice, ci sta pure, e con la “pazza Inter” è forse più facile: ma il “manicomio più totale” rischia di essere controproducente oltre che inopportuno. Non tutto è “da infarto”: e se Vecino segnasse in finale, di rovesciata? Harakiri in diretta, come minimo.