Iraq/ Donne Wrestlers minacciate di morte dai fondamentalisti islamici

Pubblicato il 6 Agosto 2009 10:43 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2009 10:45

s-women-wrestling-largeLa nascita di un team di donne wrestlers a Diwaniya, a sud di Baghdad, in Iraq ha provocato la burrascosa reazione dei fondamentalisti islamici.

In questo paese, fortemente religioso e conservatore, la figura della donna è vista in una certa maniera.

La nascita di questa squadra sportiva non poteva essere accolta altrimenti.

Nonostante le numerose minaccie subite, le ragazze hanno deciso di andare avanti per la loro strada. Il sogno è quello di portare la squadra sino ai prossimi Giochi Olimpici di Londra.

Il wrestling è divenuta disciplina olimpica a partire dall’edizione del 2004. I fondamentalisti islamici non hanno dubbi: Vietare, abbattere, il wrestling in quanto è simbolo di promiscuità e “trasgressioni” contro l’Islam.