Israele: l’arabo Ghadir può giocare coi razzisti del Beitar Gerusalemme?

Pubblicato il 20 Febbraio 2012 18:02 | Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2012 18:02

Foto LaPresse

GERUSALEMME – Gli arabi discriminati nelle squadre israeliane? Mohammad Ghadir, attaccante dell’Hapoel Haifa, ha detto che nel suo club gioca poco e per questo vorrebbe trasferirsi a Gerusalemme. A Gerusalemme c’è il Beitar, ma Ghadir teme di essere discriminato per la sua appartenenza religiosa.

Il Beitar, squadra a cui è stato accostato più volte Ghadir, discende dal Likud (il partito di estrema destra con tendenze anti arabe). I suoi tifosi sono “tendenti” a destra: durante le partite possono intonare cori come “morte agli arabi”. Il Beitar, d’altronde, non ha mai ingaggiato giocatori arabi.

Nel campionato israeliano giocano molti arabi, e alcuni di loro sono anche dei noti goleador.