Italia 2010, quella che neanche con la Nuova Zelanda… voto 2 in simpatia

di Emiliano Condò
Pubblicato il 30 Maggio 2014 7:47 | Ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2014 9:48

ROMA – Italia 2010, quella che neanche contro la Nuova Zelanda. Formazione:  Marchetti; Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Criscito; Pepe (46′ Camoranesi), De Rossi, Montolivo, Marchisio (61′ Pazzini); Iaquinta, Gilaridno (46′ Di Natale). All: Lippi. Questa la squadra che doveva difendere la Coppa del Mondo vinta solo 4 anni prima e che non riesce neppure a battere la Nuova Zelanda, forse la squadra più debole ai Mondiali di Sudafrica 2010.

Figuraccia imbarazzante aggravata da due fattori: siamo Campioni del Mondo e ci capita un girone facile. Ma che più facile non si può nemmeno a estrarselo da solo. D’accordo c’è il Paraguay che è una sudamericana “rognosa” di quelle che ti fa giocare male e si difende bene. Ma tra le sudamericane non è certo la più forte. Poi c’è la Slovacchia, che volendo è rognosa anche lei, ma che ai Mondiali non c’è mai stata, anche perché esiste dal ’93 e nella distribuzione del Dio pallone rispetto alla Repubblica Ceca le è toccata in sorte la mezza nazione con minor talento calcistico. E poi c’è la Nuova Zelanda. Già, la Nuova Zelanda, una di quelle squadre che ti chiedi: ma ci sono in Nuova Zelanda 11 maschi adulti che sappiano le regole del calcio? Ti rispondi no, poi ci giochi contro ed è un’altra storia.

Tutti, anche il più pessimista dei pessimisti, pensa che l’Italia anche se “bollita”, almeno il girone lo passi. Poi magari esci agli ottavi. E invece no. Perché l’Italia esordisce contro il Paraguay (l’altra “forte” del gruppo) e fa 1-1 in rimonta. Sembra il solito inizio stentato e invece è nettamente la miglior partita italiana di questo mondiale: andiamo sotto e alla fine del primo tempo si fa anche male Buffon. Nella ripresa però il portiere loro “va a farfalle” su un cross e De Rossi piazza l’1-1. Non il massimo ma viste le altre squadre neppure un brutto risultato. Basta battere la Nuova Zelanda ed è praticamente fatta.

Ma i Campioni del Mondo in carica con la Nuova Zelanda fanno 1-1. Si va di nuovo sotto e per rimettere in piedi la partita ci serve un rigore (molto generoso è un eufemismo) che rimedia il solito De Rossi. E’vero, il solo pallone che tocca Marchetti è in fondo alla rete, ma 1-1 con la Nuova Zelanda è un risultato intollerabile.

Nonostante tutto ci basta una vittoria, anzi uno striminzito pari, per andare avanti. Di fronte c’è la Slovacchia, ovvero Marek Hamsik e altri 10 ordinati e disciplinati ma mediocri giocatori di pallone. Ecco: con la Nuova Zelanda riusciamo a perdere 3-2. Come al solito andiamo sotto. Anzi andiamo sotto di due con tal Vittek che vive la sua giornata da Van Basten. Proviamo a raddrizzarla ma niente. Non è giornata, non è mondiale. E non ce lo meritavamo nemmeno.

I più simpatici

Daniele De Rossi voto 7. L’ultimo mondiale l’aveva vinto ma una gomitata non l’aveva fatto risultare simpaticissimo (rigore in finale escluso). Stavolta è l’unico che somigli vagamente a un giocatore di calcio

Federico Marchetti voto 6.5 Immaginate di andare a un Mondiale con il piglio dello spettatore che ha vinto dei biglietti gratis in prima fila. Ecco, Marchetti è andato là sicuro di non avere nessuna chance per giocare. E invece l’infortunio di Buffon gli spalanca la porta. Che, per inciso, resta spalancata anche con lui: 4 gol incassati in due partite e mezzo. Ma di certo non per colpa sua.

Fabio Quagliarella voto 7. Il suo mondiale dura 46 minuti. Nei quali fa di più di tutti gli altri azzurri escluso De Rossi.

Gli antipatici

Marcello Lippi voto ZERO. D’accordo, per il 2006 merita onori sempiterni. Ma nel 2010 ne combina talmente tante da risultare peggio di Bearzot 86. Ed è in questi casi che esce fuori la “simpatia” del personaggio. Arrogante, saccente, irritante. Uno che non spiega mai. Dai giocatori lasciati a casa a quelli non utilizzati.

I nostri sondaggi:

Vota la nazionale simpatia clicca qui

Vota quella più antipatica clicca qui

La scheda di Messico 70, leggi i nostri voti. 

La scheda di Usa 1994, leggi i nostri voti.

La scheda di Messico 1986, leggi i nostri voti.

La scheda di Italia 1990, leggi i nostri voti.

La scheda di Corea e Giappone 2002, leggi i nostri voti.

 

 

1) Italia-Paraguay 1-1

2) Italia- Nuova Zelanda 1-1

3) Italia-Slovacchia 2-3. Fine.