Italia, Abete: “Lippi è carico, speriamo di partire bene”

Pubblicato il 14 Giugno 2010 12:00 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2010 12:00

Giancarlo Abete

«Lippi mi è sembrato molto motivato e molto carico, la preparazione è andata bene. Partire bene è importante anche se la prima partita è importante ma non è mai decisiva».

Ai microfoni di Radio Anch’io lo sport il presidente della federcalcio Giancarlo Abete non nasconde l’emozione per l’esordio ai Mondiali in Sudafrica della nazionale italiana questa sera contro il Paraguay. «Più si avvicina la partita e più cresce l’emozione, è una partita importante. Siamo tutti concentrati sull’obiettivo, molti sono già partiti con risultati altalenanti e oggi partiamo noi. La motivazione c’è ma speriamo di fare bene».

Per la prima volta ai Mondiali quello composto dalla nazionale è un gruppo senza eccellenze? «Sì è una nazionale gruppo, è un gruppo di persone di qualità. È una nazionale democratica a mio avviso, il gruppo ha naturalmente dei punti di riferimento con Cannavaro, Buffon e Gattuso, ma è una nazionale aperta in cui non ci sono leader assoluti».

La gaffe di Johannesburg (la riconsegna della Coppa del Mondo alla Fifa da parte del francese Viera) può creare problemi alla nazionale italiana? «Non penso che ci possano essere collegamenti con episodi che abbiamo valutato in maniera critica. Ci potranno essere ulteriori chiarimenti e riflessioni ma l’obiettivo primario è concentrarsi sulla partita».