Italia-Brasile 2-4: gol di Chiellini e Giaccherini. Incidenti fuori dallo stadio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Giugno 2013 23:32 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2013 23:35
Italia-Brasile, Cesare Prandelli (LaPresse)

Italia-Brasile, Cesare Prandelli (LaPresse)

SALVADOR, BRASILE –  Fuori gli scontri tra polizia e manifestanti (il video qui), ma dentro l’Arena Fonte Nova di Salvador il Brasile regala solo spettacolo contro una pur buona Italia e festeggia il primato del girone A.

Gli azzurri tornano a subire 4 gol in una sola partita – l’ultima volta era successo nella finale dell’Europeo con la Spagna – ma rispetto alla gara con il Giappone  hanno offerto una prestazione di magggior spessore, tuttavia insufficiente contro Neymar e compagni. Proprio la nazionale di Del Bosque sarà la probabile avversaria dell’Italia in semifinale.

Prandelli aveva promesso alcuni cambi rispetto alle uscite precedenti e così è stato. Bonucci prende il posto di Barzagli, Diamanti rimpiazza Giaccherini, mentre a centrocampo Aquilani e Candreva sostituiscono Pirlo, infortunato, e De Rossi, squalificato.

Proprio come con il Giappone, l’avvio degli azzurri è da incubo. Hulk sfiora il vantaggio già al 1′, Buffon fa buona guardia.

L’Italia soffre, e già nella prima mezzora è costretta a fare due cambi per infortunio: Maggio prende il posto di Abate, Giaccherini quello di Montolivo.

Balotelli prova a scuotere i suoi con una girata a lato, ma in chiusura Neymar fa tremare gli azzurri.

Proprio quando lo 0-0 all’intervallo sembra cosa fatta, Dante porta in vantaggio i padroni di casa con un tapin da due passi dopo il colpo di testa di Fred deviato da Buffon.

Nella ripresa arriva lo spettacolo mancato nel primo tempo. L’Italia sorprende il Brasile pareggiando al 6′: colpo di tacco di Balotelli a smarcare Giaccherini, che a tu per tu con Julio Cesar non sbaglia.

L’illusione dura però poco. Al 10′ Neymar su punizione fa esultare tutta l’Arena Fonte Nova. Buffon non vede partire la palla e prende gol sul suo palo.

Rispetto al primo tempo l’undici di Prandelli è più pimpante, e si vede. Al 16′ Julio Cesar respinge la punizione di Balotelli, ma proprio nel suo momento migliore gli azzurri prendono gol in contropiede da Fred, servito da un lancio da centrocampo di Marcelo che coglie impreparati i centrali Bonucci e Chiellini.

L’Italia non si abbatte e al 26′ Chiellini in mischia accorcia le distanze. Maggio di testa al 35′ centra in pieno la traversa, poi Balotelli con un tiro di prima intenzione colpisce a lato.

Nel finale con la squadra sbilanciata Fred sigla il 4-2 definito in tapin dopo il tiro da fuori di Marcelo non trattenuto da Buffon.

Il tabellino di Italia-Brasile 2-4, gara valida per il gruppo A di Confederations Cup, giocata a Salvador.

ITALIA-BRASILE 2-4

Marcatori: pt 45′ Dante; st 6′ Giaccherini, 10′ Neymar, 21′, 43′ Fred, 26′ Chiellini.

Italia: Buffon; Abate (30′ pt Maggio), Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Aquilani, Montolivo (26′ pt Giaccherini), Candreva; Diamanti (27′ st El Shaarawy), Marchisio; Balotelli. A disp. Sirigu, Marchetti, Astori, Barzagli, Cerci, Giovinco, Gilardino. All. Prandelli.

Brasile: Julio Cesar; Daniel Alves, David Luiz (33′ pt Dante), Thiago Silva, Marcelo; Luiz Gustavo, Hernanes, Oscar; Neymar (23′ st Bernard), Fred, Hulk (31′ st Fernando). A disp. Jefferson, Cavalieri, , Filipe Luis, Rever, Paulinho, Jadson, Lucas Moura, Jo. All. Scolari.

Arbitro: Irmatov (Uzb).

Note: ammoniti David Luiz, Neymar, Gustavo (B), Marchisio (I).