Italia Under 21 già vola con Nicolato, Kean e Zaniolo sono tornati grandi

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 10 Settembre 2019 20:24 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2019 20:24
Italia under 21 Zaniolo Kean Lussemburgo

Kean e Zaniolo tornano a sorridere con l’Italia Under 21

CASTEL DI SANGRO – L’Italia Under 21 del neo ct Nicolato è già uno spettacolo. Dopo aver spazzato via la Moldavia con un netto 4-0, è arrivato un successo altrettanto meritato contro i pari età del Lussemburgo. Mentre la sfida alla Moldavia era solamente un’amichevole, quella contro Lussemburgo era una partita vera, cioè era l’esordio nelle qualificazioni al prossimo campionato europeo di categoria. Gli azzurrini hanno vinto 5-0 contro il Lussemburgo grazie a delle grandi giocate del duo Zaniolo-Kean. Dopo il primo centro su rigore di Locatelli, è arrivato il raddoppio di Kean. Il millennial dell’Everton, ha segnato su un rigore che si era guadagnato in prima persona. Kean era stato liberato da un tocco geniale di Zaniolo. Nella ripresa, Sottil, Tumminello e Scamacca hanno calato la manita mandando in estasi i tifosi azzurri di Castel Di Sangro. 

Zaniolo e Kean sono tornati nell’Italia Under 21 con la giusta mentalità. 

Si sentono due calciatori da Nazionale “A”, e probabilmente lo sono anche, ma l’importante è che hanno imparato la lezione che gli ha impartito il ct Roberto Mancini tornando in Under 21 con la giusta mentalità. Già contro la Moldavia si erano mossi bene, anche se hanno giocato solamente un tempo e sono stati marcati in maniera molto stretta dagli avversari, ma è contro il Lussemburgo, in una gara vera, che hanno saputo fare la differenza. 

Moise Kean ha giocato una partita straordinaria su tutto il fronte offensivo. Non ha giocato solamente come punta centrale, ha saputo svariare sia a destra che a sinistra, leggendo con ampio anticipo le verticalizzazioni dell’amico Zaniolo. L’azione del due a zero è emblematica. Zaniolo ha messo in porta Kean con un tocco geniale, il difensore avversario non ha potuto fare altro che franargli addosso visto che era in ritardo. 

Kean aveva voglia di segnare, visto che con L’Everton non ha ancora trovato la via della rete, e per questo motivo si è preso la responsabilità di calciare il rigore. Saltello alla Jorginho e palla in rete. I nostri giovani campioni sono tornati a sorridere, i nostri azzurrini hanno fatto la differenza.