Jean Todt: “Quando Michael Schumacher…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 dicembre 2016 15:43 | Ultimo aggiornamento: 16 dicembre 2016 15:43
Michael Schumacher (foto Ansa)

Michael Schumacher (foto Ansa)

ROMA – Intervistato dal Corriere della Sera, Jean Todt spiega perché è andato via: “Non ne potevo più di sopportare la pressione di chi deve vincere ogni domenica. E poi ogni ciclo va chiuso. Avevo raggiunto i miei obiettivi, ero interessato a misurarmi con una sfida diversa. No, non vivo di rimpianti. Penso al passato solo quando qualcuno me lo ricorda”.

Oltre un decennio in Ferrari legato a doppio filo alla leggenda di Michael Schumacher, con il quale Todt può vantare un rapporto speciale: “Sono molto legato a Michael. Non è mai stata una persona facile nel concedere la propria amicizia. Con me lo fece e queste cose creano relazioni molto forti. Amicizia e affetto, per sempre”.