Jonathas: “Coronavirus un incubo, sono quasi svenuto in doccia…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Marzo 2020 16:43 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2020 16:43
Jonathas: "Coronavirus un incubo, sono quasi svenuto in doccia..."

Jonathas: “Coronavirus un incubo, sono quasi svenuto in doccia…” (foto Ansa)

ELCHE (SPAGNA) – Jonathas, ex attaccante di Brescia, Torino, Latina e Pescara che attualmente gioca in Spagna nell’Elche, ha avuto il coronavirus. 

A raccontarlo è lui stesso in un’intervista concessa al quotidiano Globo: “E’ stato un incubo, non avevo le forze, a momenti svenivo in doccia…”. Le sue dichiarazioni sono riportate da tuttosport.com.

“Non potevo allenarmi perché il mio corpo era debole. Specialmente durante i primi tre giorni ho sofferto molto.

Non avevo nemmeno la forza di muovermi. Quando sono andato in bagno per farmi una doccia sono quasi svenuto. Era un dolore fortissimo, non l’avevo mai sentito. Questo virus non è uno scherzo.

Mi fa male il cuore perché non posso stare con le mie principesse. Ho iniziato a sentire una sensazione molto brutta, un forte mal di testa.

La mattina dopo il medico mi ha detto di fare il test perché avevo tutti i sintomi del Coronavirus. Ora sto meglio ma nonostante sia un atleta ho sofferto molto. Immaginate come possa stare una persona anziana”.

Jonathas ha giocato in Italia dal 2011 al 2014. Con il Brescia ha giocato 41 partite segnando 18 gol, con il Pescara è sceso in campo per quattordici volte realizzando una rete, con il Torino ha disputato undici partite segnando due gol e con il Latino è sceso in campo 37 volte segnando 15 gol.