Calcio africano in lutto, Junior Agogo è morto a 40 anni: ha giocato molti anni in Inghilterra

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Agosto 2019 17:45 | Ultimo aggiornamento: 22 Agosto 2019 17:45
Junior Agogo morto

Junior Agogo morto a 40 anni

LONDRA – Junior Agogo, ex Nazionale del Ghana, è morto a 40 anni in un ospedale di Londra per le conseguenze dell’ictus che lo aveva colpito nel 2015 poco dopo il suo ritiro dal calcio giocato lasciandogli danni permanenti. Nel corso della sua lunga carriera, ha giocato molti anni in Inghilterra vestendo le maglie di Sheffield Wednesday, Lincoln City, Queens Park Rangers, Barnet, Bristol Rovers e Nottingham Forest.

Junior Agogo iniziò la sua carriera calcistica allo Sheffield Wednesday nel 1995, collezionando però solo due presenze tra le file degli Owls. Nella stagione 1999-2000 venne così mandato in prestito in diversi club: Oldham Athletic, Chester City, Chesterfield e Lincoln City.

A Chester segna un gol contro il Cheltenham Town nell’ottobre 1999 quando, dopo una progressione da centrocampo, liberò un tiro imparabile per il portiere della squadra ospite. Nel 2000, dopo aver lasciato lo Sheffield Wednesday, si trasferisce negli Stati Uniti per giocare tra le file dei Chicago Fire, squadra che milita nella Major League Soccer.

Fu però subito ceduto ai Colorado Rapids dopo solo una partita. Agogo segnò 15 reti in 32 partire giocate, rinforzando notevolmente il reparto offensivo della squadra di Commerce City. A giugno del 2001 venne ceduto ai San Jose Earthquakes in cambio di Chris Carrieri.

Giocò tutto il 2001 con gli Earthquakes, ma all’inizio del 2002 perse il posto in squadra per l’arrivo di Devin Barclay; Agogo si vide così costretto ad abbandonare la California. Tornò in Inghilterra per accasarsi al Queens Park Rangers, fino all’inizio della stagione 2002-2003 quando lasciò il QPR per andare nel Barnet, dove segnò 21 reti.

Nell’estate del 2003 lasciò il Barnet per andare al Bristol Rovers, squadra di Football League Two, dove giocò le prime 13 gare. Nella stagione successiva segnò 22 gol in tutte le competizioni in cui il Bristol prese parte. Nella stagione 2005-2006 partì da titolare in 44 partite, mettendo a segno 18 gol.

Il 20 agosto 2006 viene ingaggiato dalla squadra di League One del Nottingham Forest, facendo il suo debutto nella vittoria per 4-0 contro il Chesterfield, partita giocata al City Ground di Nottingham il 3 settembre 2006.

Il suo primo gol con la maglia del Forest fu quello del 3-1 della partita giocata il 30 settembre 2006 contro lo Swansea City. Segnò la prima tripletta della sua carriera in una partita contro il Gillingham, mettendo a segno tre dei quattro gol del Nottingham Forest.

Dopo aver chiuso definitivamente la sua esperienza inglese, ha chiuso la carriera da calciatore professionista da “giramondo”. Ha giocato in Egitto, nello Zamalek (15 presenze con 4 gol), a Cipro, con l’Apollon (24 presenze con 6 gol), e Scozia, con l’Hibernian (12 presenze con un gol) (fonte Wikipedia).