Juve, Elkann: “Andrea Agnelli resta, credo nello scudetto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Novembre 2015 11:24 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2015 11:24
Juve, Elkann: "Andrea Agnelli resta, credo nello scudetto"

Juve, Elkann: “Andrea Agnelli resta, credo nello scudetto”

TORINO – John Elkann ci crede. Nonostante i nove punti di ritardo dalle prime, gli 8 dalla Roma, i 7 dal Napoli, allo scudetto ci crede “tantissimo”. E, a dispetto di un avvio di stagione tutt’altro che favorevole, è convinto che il campionato, come la Champions, sia ancora “aperto”. Perché, nonostante i tanti cambiamenti, “la Juve ha la cultura e la determinazione per riorganizzarsi e vincere”. Parole forti, quelle pronunciate dal presidente di Fca e di Exor. Che, a margine di un incontro al Politecnico di Torino, rilancia le ambizioni del club bianconero. E sgombera il campo dalle indiscrezioni sul futuro assetto della società.

“Andrea ha tantissimo da fare qui, è molto impegnato e ha dimostrato di saper fare bene quel lavoro”, sottolinea John Elkann, blindando così il cugino che, secondo alcune voci, sarebbe stato in procinto di passare alla Ferrari. “Sotto la sua guida – insiste – la Juventus è andata molto lontano”. Quattro scudetti consecutivi, e una finale di Champions, sono bottino prezioso, di gran lunga più prezioso dell’incerto inizio di quest’anno. Tanto più che si è giocato appena un terzo del campionato e c’è tutto il tempo per rimediare.

Dopo la vittoria di domenica contro l’Empoli, e due giorni di riposo, la squadra è tornata ad allenarsi. Assenti i sedici nazionali, praticamente due terzi della squdra, il gruppo si è concentrato soprattutto sulla parte atletica. La sosta servirà infatti a ‘mettere benzina nel motore’.

“La cosa più importante è lavorare con costanza e continuità”, è la ricetta di John Elkann che, dopo l’ultimatum di Beppe Marotta a mister Allegri – “l’obiettivo è arrivare nei primi tre, altre sarebbe una sconfitta” – dribbla le domande sul futuro del tecnico bianconero. “Quando ci sono tanti cambiamenti bisogna integrarsi. Ma la stagione è in corso”, si limita a dire. E poi la Juve “è l’unica – conclude – che ha vinto un campionato ogni tre anni”.

“Ha ragione Elkann a chiedere alla Juve il quinto scudetto, lo ha detto per spronare di più la squadra dopo un inizio difficile, la squadra sta crescendo, possiamo farcela” le parole da Coverciano di Giorgio Chiellini, che plaude ad Agnelli: “E’ il nostro presidente e il nostro primo tifoso, non vedo perché dovrebbe andarsene, ha fatto molto bene, ha passione e dedizione, il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare via. La sua presenza è garanzia di successi per la Juve”.