Juve, Mariella Scirea contro ultras: “Potrei togliere nome alla curva sud”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2014 8:45 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2014 8:45
Juve, moglie Scirea: "Cori beceri? Potrei togliere il nome alla curva sud"

Coreografia tifosi Juve (LaPresse)

TORINO – Via l’intitolazione della curva sud bianconera a Gaetano Scirea se continueranno ad essere intonati cori beceri ed esposti striscioni offensivi in quel settore dello Juventus Stadium.

E’ la richiesta che è intenzionata a presentare la vedova Mariella. “Bisogna assolutamente trovare una soluzione”, ha detto, alla presentazione del libro ‘C’è un angelo bianconero’ dedicato a Scirea, scritto da Giorgio Chiellini con l’aiuto del giornalista Pierangelo Sapegno.

“E’ brutto – ha spiegato Mariella Scirea – vedere sui giornali, compresi quelli stranieri, che il nome di Gaetano, che è stato campione di sportività, viene accostato ad episodi di grande inciviltà. Ne parlerò con i capi degli ultras, che conosco. Da sempre credo nel dialogo, spero che si possa trovare una soluzione”.

Contro il calcio violento, c’è un’altra proposta ancora più “drastica”, Mariella Scirea rilancia un’altra “proposta drastica”: chiudere tutti gli stadi italiani ai tifosi ospiti: “Non dico per sempre, ma – ha aggiunto – per un po’ sarebbe una punizione esemplare: credo che chi è a capo del calcio in Italia dovrebbe prendere in considerazione questa eventualità”.