Juve-Parma, Sepe: “Nessuna bestemmia. Ecco cosa ho detto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Gennaio 2020 14:01 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2020 14:01
Luigi Sepe

Luigi Sepe e il post pubblicato su Instagram

ROMA – Il Parma prende gol e il portiere degli emiliani, Luigi Sepe, impreca. Niente di strano. Niente di strano se escludiamo qualcuno che sui social si è sentito offeso. Tanto che alla fine il portiere del Parma si è sentito costretto a dover giustificare l’imprecazione:

“Siccome vedo che molte persone hanno commentato la mia presunta bestemmia… volevo assicurare che non avevo bestemmiato perché ho detto ‘Zio porco’ e non altro…”.

Sepe, d’altronde, rischierebbe anche una squalifica se fosse provata le bestemmia. 

La bestemmia, infatti, viene considerata in tutto e per tutto un atto ingiurioso e antisportivo, punito dal direttore arbitrale nel momento in cui venga colto in tempo reale. O dalle telecamere quando non venga sentita dall’arbitro. 

Bestemmia o no quindi? Sepe dice no. 

Fonte: Instagram, YouTube.

Maurizio Sarri si coccola Cristiano Ronaldo.

“Perché lui è un animale che si nutre di gol – se lo coccola Maurizio Sarri dopo la vittoria col Parma -, è un fuoriclasse che ti risolve cento problemi. Segnare 11 gol in 7 partite di campionato è qualcosa che fuori categoria: dopo l’infortunio ha ritrovato la fiducia oltre le qualità atletiche”. 

“L’ultima cosa che voglio sentire è quella del campionato chiuso – sottolinea il tecnico bianconero -: ci sono 54 punti a disposizione… Era importante vincere allo Stadium, ma per il futuro non c’è nulla da dire. E’ stata una partita più sporca rispetto alle ultime uscite e potevamo chiuderla prima: ho lanciato un segnale con il tridente dopo 2-1, ma non abbiamo fatto il terzo gol e c’è stata sofferenza. L’aspetto positivo è che sappiamo soffrire di più rispetto a due mesi fa”.

Fonte: Ansa.