Juventus anima Pinzolo: 7.000 per “Notte bianconera”

Pubblicato il 15 luglio 2010 12:37 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2010 12:49

David Trezeguet

Diego e Legrottaglie hanno animato ieri sera il centro di Pinzolo per la tradizionale ”notte bianconera”, che ha coinvolto settemila tifosi. Da lasciare senza fiato l’accoglienza del popolo juventino ai due campioni, che si sono trovati davanti una vera e propria marea bianconera, costituita da migliaia di bandiere sventolanti. Unanime il parere dei due giocatori: ”A Pinzolo abbiamo sempre trovato un grande affetto, che ci darà la spinta per cominciare al meglio la stagione. Per noi è fondamentale questo calore per mettere la grinta e l’umiltà giuste in campo”. Tutta la zona centrale del centro turistico del Trentino, per una sera senza automobili, è stata animata da musica, artisti di strada, bandieroni bianconeri, negozi aperti sino a tardi, filmati di partite storiche della Juventus proiettati su maxischermi, gigantografie dei più grandi campioni del passato e del presente juventino, spettacoli di ogni genere. Dopo il successo della presentazione della squadra venerdì sera ed il costante pienone allo stadio Pineta, la nuova iniziativa voluta dall’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo e val Rendena con l’amministrazione comunale ha fatto capire l’affetto di abitanti e turisti della Val Rendena per la Juventus. Sul palco di Piazza Carera Diego e Legrottaglie hanno poi premiato con due palloni autografati i due giovani vincitori del torneo di Bumpert Ball (una sorta di mix tra calciobalilla e flipper umani). La serata e’ proseguita con la carica dello storico tifoso juventino Idris che, con la solita simpatia, ha chiamato il brizzolato sindaco di Pinzolo William Bonomi ”Penna Bianca”, come Fabrizio Ravanelli, attaccante bianconero degli anni ’90.